username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Eugenio Flajani Galli

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Eugenio Flajani Galli

  • 22 febbraio 2017 alle ore 23:36
    FIERA SELVAGGIA

    Sognami. Di notte e di giorno.
    Cercami. Nella luce e nelle tenebre.
    Pensami. Sono una droga pesante.
    Bramami. Sono una meraviglia rara.
    Domami. Sono una fiera selvaggia.
    Divorami. Con gli occhi e le labbra.
    Toccami. L’anima e il cuore.
    Amami. Se ne hai il coraggio.

     

    Eugenio Flajani Galli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 22 febbraio 2017 alle ore 23:35
    TI AMERÓ PIÚ DI OGNI ALTRA REALTÀ

    Vieni a me creatura che mi invadi la mente,
    il mio cuore pulsa violentemente.

    Unisciti a me e fammi star bene,
    l'adrenalina mi scorre nelle vene.

    Sei un caleidoscopio di gioia permanente,
    una sinfonia di passione vivente,

    una sfavillante torcia ardente,
    una macchina da guerra senziente,

    una feroce belva erotica,
    una temibile arma bellica

    che del mio cuore si impossessa.
    A te faccio la mia promessa:

    ti seguirò ovunque il destino ci porterá,
    ti amerò più di ogni altra realtà.

     

    Dott. Eugenio Flajani Galli

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 26 luglio 2015 alle ore 17:01
    OSSESSIONE

    Sognami
    Di giorno e di notte
    Cercami
    Quando ti offusco la mente
    Trovami
    Prima della morte
    Seducimi 
    Quando il cuore ti batte velocemente
    Portami
    Ove il buio ci avvolge
    Restiamo 
    Finchè il sole non risorge
    Toccami
    L’anima e il corpo
    Stringimi
    E non darmi scampo
    Infuocami
    Come un sole rovente
    Rilassami
    Come una brezza rinfrescante
    Amami 
    Perchè sono la tua mania
    Amami ancora
    Quando andrò via
     
    Eugenio Flajani Galli 
    © RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 23 aprile 2014 alle ore 0:16
    Quando l'eros sopraggiunge

    Il tuo sguardo mi fa sognare,
    la tua bocca mi fa eccitare.
     
    Amarti è così emozionante,
    averti così invitante.
     
    Le mie labbra sono sui tuoi seni
    e la mia testa atavicamente vi premi.
     
    Il tuo cuore batte per me
    mentre la mia lingua si contorce dentro di te.
     
    Senza parole noi ci fissiamo,
    in una cosa sola ci fondiamo.
     
    A me gli occhi, le pupille si dilatano,
    a me i fianchi, i corpi s’infuocano.
     
    Stringimi forte,
    come se fosse l’ultima notte,
     
    stringimi tanto,
    voglio solo te accanto.
     
    Facciamolo come animali,
    siamo tutti dei mortali,
     
    facciamolo come vogliamo,
    perché non possiamo?
     
    Ho le vene che affiorano da tutte le parti,
    ho i muscoli tutti gonfi e contratti,
     
    il mio animo è così delicato e puro,
    il mio corpo è così forgiato e duro.
     
    Mai mi fai saziare,
    all’infinito ti farei urlare.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

  • 08 marzo 2014 alle ore 0:59
    8 MARZO

    Siete i fiori più graziosi
    senza i quali passeremmo dei giorni uggiosi,
    siete i fiori più colorati
    senza i quali non ci sentiremmo mai amati,
    siete i fiori più vitali
    con i quali superiamo i nostri mali,
    siete i fiori più delicati
    dai quali non potremmo mai essere privati,
    siete i fiori più diletti
    dei quali accettiamo anche i difetti,
    siete i fiori più fragranti
    senza i quali ci sentiremmo affranti,
    siete i fiori più deliziosi
    dei quali siamo sempre gelosi.
    Anche se vi regalassimo le più stupende mimose,
    non saranno mai come siete voi:
    così meravigliose e preziose,
    così importanti ed emozionanti per noi.
     
    Un augurio affinchè, oggi e tutto l’anno,
    ogni donna possa sentirsi
     
    SPECIALE,
     
    UNICA,
     
    FANTASTICA,
     
    PREZIOSA
     
    come una delicata e profumata mimosa.
     
    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

  • 05 marzo 2014 alle ore 18:06
    PENSO A TE

    Penso a te come ad una leggera piuma,

    una piuma che mi sfiora l’anima.

    Penso a te come ad un’oasi lussureggiante,

    un’oasi che rinfrescandomi mi fa dimenticare il deserto più arido.

    Penso a te come a una candida nevicata,

    una nevicata che mi accarezza il viso e mi dona la pace.

    Penso a te come a una leggiadra sirenetta,

    una sirenetta il cui canto è la più dolce melodia.

    Penso a te come alla persona che mi manca più di ogni altra,

    una persona che mi fa battere il cuore riempiendolo di gioia.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

  • 05 marzo 2014 alle ore 17:56
    FUORI DAL TEMPO

    Più il tempo passa, più ti trovo affascinante,
    Più i giorni passano, più lo stare con te è emozionante,
    più passano le settimane, più diventi importante,
    più passano i mesi, più il tuo fascino diviene disarmante.
    Sei sempre al centro delle mie attenzioni,
    anche se passano i giorni, le ore, le stagioni
    e le gialle foglie lentamente cadono
    e i profumati fiori appassiscono,
    a me sembra di vivere fuori dal tempo perché
    in ogni momento penso sempre a te.
     
    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

  • 01 marzo 2014 alle ore 21:04
    UNICA

    Sei un arcobaleno colorato

    perché quando ti vedo mi fai scordare il più grigio temporale,

    sei un vortice impetuoso

    perché mi riempi di passione,

    sei una stella cometa

    perché m’illumini il cammino,

    sei una bacchetta magica

    perché mi fai vivere come in un incantesimo,

    sei una vera principessa

    perché hai un fascino sublime,

    sei una vera regina

    perché non c’è animo più nobile del tuo,

    sei un diamante raro

    perché non ho conosciuto ragazza più preziosa di te,

    sei una persona unica al mondo

    perché non potrò mai sostituirti.

    Eugenio Flajani Galli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

  • 01 marzo 2014 alle ore 21:03
    INCANTEVOLE

    Nei tuoi occhi trovo la pace

    e guardandoli tutto intorno a me tace,

    nella tua voce l’armonia

    che mi satura di allegria,

    nel tuo sorriso la gioia

    che mi manda in paranoia,

    nel tuo profumo l’estasi

    in me tutta diffusasi,

    nella tua vicinanza la spensieratezza

    che mi avvolge come una leggera brezza,

    nel tuo calore l’affetto

    che in me ha un grande effetto,

    nel tuo viso la tenerezza

    mentre ti faccio una carezza,

    nelle tue labbra la passione

    che mi manda in confusione

    e in te tutta una creatura meravigliosa

    che ha reso la mia vita favolosa.

    Dott. Eugenio Flajani Galli
    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

  • 01 marzo 2014 alle ore 21:02
    PERLA NERA

    Sei la fiamma che riscalda il mio gelido inverno,
    sei la scia elettrica che infesta le mie sinapsi,
    sei la luce che illumina i miei giorni più cupi,
    sei la figura più smagliante dei miei sogni più fervidi,
    sei la perla nera più preziosa che ho incontrato nell’oceano della vita.
    Una perla amena.

    Eugenio Flajani Galli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA. 

  • 01 marzo 2014 alle ore 21:02
    INSIEME A TE

    Non c’è felicità più grande nell’universo di quella che vivo insieme a te,
    non c’è sentimento più forte in me di quello che provo insieme a te,
    non c’è posto più accogliente sulla Terra di quello ove mi trovo insieme a te,
    non c’è momento migliore al giorno di quello che passo insieme a te,
    non c’è ricordo più bello nella mia mente di quello ove sto insieme a te,
    non c’è dono più prezioso per me di quello di ridere insieme a te,
    non c’è lacrima più dolce per i miei occhi di quella che verso insieme a te,
    non c’è vita migliore al mondo di quella insieme a te.

    Eugenio Flajani Galli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

  • 01 marzo 2014 alle ore 21:01
    SCONOSCIUTA

    Un semplice giorno piovoso

    hai trasformato in meraviglioso.

    Sedevi su un comune sgabello

    tu che eri l’essere più bello,

    la tua beltà incantata

    non passò inosservata:

    prima ho ammirato i tuoi rigogliosi capelli,

    e poi anche i tuoi graziosi anelli,

    e quindi il tuo sorriso smagliante

    e il tuo sguardo abbagliante,

    e le tue vesti sgargianti

    che eran le più eleganti,

    e la tua voce delicata

    era una melodia fatata,

    e quando il tuo dolce profumo ho inebriato

    a me parea di esser rinato:

    eri un fiore profumato

    che nella mia vita era appena sbocciato,

    e la tua soffice pelle color cioccolata

    era più morbida della seta più pregiata,

    e le tue folte ciglia arcuate

    sono state le più amate,

    e le tue labbra carnose e provocanti

    eran le più eccitanti,

    e da quando ho notato i tuoi brillanti occhi neri

    sei sempre nei miei pensieri,

    e quando ho stretto la tua calda mano

    ero più fortunato di ogni altro umano,

    perché da incantevole sconosciuta

    una grande sorpresa sei divenuta:

    la musa ispiratrice

    della mia poesia rivelatrice.

    Non mi scorderò mai di te,

    perché sarai sempre dentro di me.

     

    Eugenio Flajani Galli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

  • 01 marzo 2014 alle ore 21:00
    LONTANO

    I miei occhi non possono mirare il tuo dolce sorriso,

    le mie mani non possono sfiorare il tuo candido viso,

    i miei timpani non possono udire la tua voce delicata,

    ma inevitabilmente il tuo ricordo mi scorre innanzi come una copiosa cascata.

    Ora sei per me come il sole splendente

    e come la luna brillante,

    come la brezza che posso sentire ma non afferrare,

    come la nebbia che mi avvolge ma non posso lambire,

    come la luce che tento di toccare invano.

    Ciò è quel che provo quando da me ti trovi lontano.

     

    Eugenio Flajani Galli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

  • 01 marzo 2014 alle ore 20:59
    QUANDO SOFFRI

    In un semplice letto ora giaci senza conforto,

    ma anche l’iris più profumato si può trovar in un orto.

    Un laido male ora ti ferisce,

    ma anche la rosa più bella appassisce.

    La perfida malattia ti costringe alla sofferenza,

    ma anche il più superbo dei gigli perde la sua essenza.

    Non riesci che a pensare a codesto sciagurato male,

    ma anche il tulipano più vistoso può sembrare normale.

    Anche tu, come i più magnifici dei fiori, pati l’inverno.

    Rimembra però che non durerà in eterno:

    presto arriverà la primavera

    e sboccerai come una meraviglia vera.

     Eugenio Flajani Galli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

    __███____████__███
    __███_███___██__██
    __███__███████___███
    ___███_████████_███
    ███_██_███████__███
    _███_____████__████ 
    __██████_____█████
    ___███████__█████
    _____████ _██
    ____________██
    _____________█
    ████_________█
    _█████_______█
    __████________█
    ___█████______█
    ________█______█
    ____███_█_█__█
    ___█████__█_█
    __██████___█_____█████
    ___████____█___███_█████
    ____██____█__██____██████
    _____█___█_██_______████
    ________███__________██
    ________██____________█
    ________█
    _______█
    _______█
    ___██████____██████
    _████████__████████
    ███████████████████
    ██████████████████
    ██████████████████
    _████████████████
    ___██████████████
    ______██████████
    ________████████
    __________█████
    ____________██

     

        (░)(░)

    (░)()(░)
    (▒)(▒)|/)(░)(░)
    (▒)()(▒)(░)()(░)
     (▒)(▒)(░)(░)
    ||
    \¯¯¯¯/
    )¯¯¯(
    /▫◊ ◊▫\
    /▫▫▫▫▫▫▫▫▫\
    /▫▪▫▪▫▪▫▫▪▫ \
    /_______  \

     

  • 01 marzo 2014 alle ore 20:58
    SE STAI MALE

    Come fa il sole a sorgere dopo la sera?

    Come fanno le stelle a splendere in una notte nera?

    Come può l’arcobaleno sorgere dopo il temporale?

    Ricordati allora che splenderai ancor di più dopo questo male.

    Non ti abbattere per una passeggera sofferenza,

    presto riavrai la tua raffinata eleganza.

    Non te la prendere per una isolata disgrazia,

    presto avrai di nuovo la tua fine grazia.

    Nemmeno la più turpe amarezza

    può sottrarti la tua soave bellezza.

     

    Eugenio Flajani Galli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

  • 01 marzo 2014 alle ore 20:54
    POLVERE DI STELLE

    Svegliatomi solo, nel cuore della notte, quando la città è silente, mi sporsi a mirare il cielo:

    miliardi di stelle brillando mi accecavano gli occhi,

    il loro albedo mi ha ridestato la veglia,

    la loro immensità mi ha fatto girar la testa,

    il loro candore mi ha abbagliato la retina,

    il loro sfavillare mi si è impresso nella mente.

    In quel momento, però, capii che mai, tutte insieme, rifulgevano quanto una singola stella: la stella più splendente che mi si è impressa dentro al cuore e che, illuminandomi la vita, mi riempie l’anima ed allontana ogni solitudine.

    Questa stella sei tu.

    Eugenio Flajani Galli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA.

    ★ ★ ★ ★ ★

     ☆★ ☆★ ☆★ ☆★ ☆★ ☆★ 

    ´´´´´´´´´´¶¶*..**..*

    ´´´´´´´´´¶¶¶ .*.*.*.

    ¶¶¶´´´´´¶¶´¶*..**.*.

    ´¶¶¶¶¶¶¶¶´´¶*.*.**..**.

    ´´´¶¶´´´´´´¶¶¶¶¶¶¶¶¶*.*.*.*.*.

    ´´´´´¶¶´¶¶´´´´¶¶¶¶*.*.**.

    ´´´´¶¶´´´´´¶¶¶.**.**.*.

    ´´´¶¶´¶¶¶¶´´¶*.*.*.**.

    ´´¶¶¶¶¶´´¶¶´¶´´´´´´´´¶*.**.*.*.*

    ´¶¶´´´´´´´´¶¶¶´´´´´´¶¶*..**.*.

    ´´´´´´´´´´´´¶¶´´´´´¶¶¶*.*.**.*

    ´´´´´´´´´´´´´´´´´´¶¶¶¶¶*.*.**.*.*

    ´´´´´´´´´´´´´´´´´¶¶¶¶¶¶*.*.*.*.*

    ´´´¶¶¶¶¶´´´´´´´´¶¶¶´´¶¶ *.**.*.*

    ´´´´´¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶´´´¶¶*..**.**.*

    ´´´´´´¶¶¶¶´´¶¶¶¶¶´´´´¶¶¶*.**.*.* /

    ´´´´´´´´¶¶¶´´´´´´´´´´¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶*.*.**…

    ´´´´´´´´´¶¶¶¶´´´¶¶¶¶´´´´´´´´¶¶¶¶¶¶¶¶*….

    ´´´´´´´´´´´¶¶¶¶´¶¶¶¶´´´´´¶¶¶¶¶¶*.**.*

    ´´´´´´´´´´´¶¶¶´´´´´¶´¶¶¶¶¶¶*.*.*.**.

    ´´´´´´´´´´¶¶´´´´´¶´´´´¶¶*.*.*.**.

    ´´´´´´´´´¶¶´´¶¶¶¶¶¶´´´¶¶¶*.*.*.*

    ´´´´´´´´¶¶¶¶¶¶¶¶´¶¶¶¶´¶¶¶ .**.*.

    ´´´´´´´¶¶¶¶¶´´´´´´´¶¶¶¶¶¶ *.**.*

    ´´´´´¶¶¶¶´´´´´´´´´´´¶¶¶¶¶ *.**.

    ´´´´´¶´´´´´´´´´´´´´´´´¶¶¶*.*.*.

    ´´´´´´´´´´´´´´´´´´´´´´´¶¶¶*.*.**.

    ´´´´´´´´´´´´´´´´´´´´´´´´¶*.*.**.*

     ☆★ ☆★ ☆★ ☆★ ☆★ ☆★