username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Giuliano

in archivio dal 13 set 2011

Idria - Italia

segni particolari:
Barba bianca e capelli radi. Scrivo e pubblico articoli di Didattica della chimica in "CnS" (SCI), in "Scienze & Ricerche" (AIL) e nel sito del giornale news-24.it. Aborro la separazione della cultura umana, che è una e una sola.

mi descrivo così:
Libri:I sassi di Kasmenai;Come fumo nell'aria;Il cercatore di tramonti; L'intrepido alchimista;Sulle ali dell'immag.ne;La ricerca;Sul sentiero dell'origano selvatico;M'accorsi d'amarti;Quando bellezza m'appare;Ragione e sentimento;Voglio lasciare traccia;Tra albori e crepuscoli;Migra il pensiero mio

21 gennaio 2013 alle ore 16:40

Un turpe sogno

Sei stata nel mio sogno
quella notte,
come un’amabile chimera.
Svolazzavo con ansia
alla ricerca di te
tra le eburnee nubi,
ma eri distratta,
irraggiungibile,
come effimera.
Ti staccavi da me sempre di più,
insensibile ai miei richiami,
inerte alle mie lusinghe,
incurante dei miei sorrisi,
nascosta dietro i tuoi aviti rimpianti,
inchiodata ai tuoi stereotipi.
Non sentivi,
per il tuo rigido rigore,
manco il tuo cuore
che ferveva d’amore.
Trascuravi pur anche,
per la tua frigida razionalità,
l’intimo della tua animosità
che sussurrava di fermarti.
Inibivi il tuo dolce sorriso.
Soffocavi la tua armoniosa voce.
Era assente il tono
delle tue dolci parole.
Ponevi impedimento
alle tue leziose carezze.
Era un inganno
quel turpe sogno.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento