username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Friedrich Hölderlin

in archivio dal 27 feb 2015

20 marzo 1770, Lauffen am Neckar - Germania

07 giugno 1843, Tubinga - Germania

segni particolari:
Ho vissuto gli ultimi trentasei anni della mia vita in stato di pazzia, senza smettere di scrivere. Nell'ultimo periodo firmavo le mie poesie con il nome di "Scardanelli" e le datavo con fantasia. 

mi descrivo così:
Sono stato uno dei maggiori poeti tedeschi. Mi sono laureato in teologia e i miei compagni di studio all'Università di Tubinga erano Hegel e Schelling.

27 febbraio 2015 alle ore 12:33

Al mattino

Brilla di rugiada il prato; più vivace
già corre la sorgente desta; il faggio
inclina il capo incerto e tra le foglie
mormora e brilla; e intorno a grigie nubi.

Rosse fiamme si allungano, annunciando,
senza rumore si levano in onde;
come flutti alla riva, le cangianti,
alte si levano, sempre più alte.

Vieni ora, sali, e non troppo presto,
giorno dorato, al vertice del cielo!
Perché più aperto e confidente vola
a te il mio occhio, beato! Fino a quando

giovane nella tua bellezza guardi
e troppo splendido e orgoglioso ancora
per me non sei; sempre vorresti andare.
Lo potessi io con te, viandante dio!

Ma tu sorridi del lieto spavaldo,
che vorrebbe eguagliarti; benedici
invece il mio mortale agire e ancora
benigno! Allieta il mio muto sentiero.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento