username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Fulvia Minetti

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Fulvia Minetti

  • 28 agosto 2015 alle ore 18:38
    A te caduta

    Amo
    empirti le mani,
    la pelle
    di vento e di sole,
    gli orti riarsi
    di un nome
    ai frutti degli occhi.
    In canto l’ombra
    chiama del viso.
    Cade
    la fronte alla sera,
    al declivio caldo
    del dire
    ai fianchi della notte,
    di ieri l’ultimo
    silenzio al soffitto.

    (da Fulvia Minetti, Trovami ancora, Cleup Università di Padova 2015)