username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gabriella Stigliano

in archivio dal 05 lug 2013

Napoli - Italia

mi descrivo così:
M'incanta l'arte e anche l'arte delle parole che genera poesia, storie, visioni, emozioni e sensazioni. Esprimo a modo mio l'assurdo mondo che mi ritrovo dentro.

18 novembre alle ore 19:08

Il fantasma del castello

In un castello c'era un fantasma,
la notte entrava in scena
e apriva ogni finestra.
Chi abitava nel castello
ignorava questa presenza,
il fantasma era da solo e triste
dentro ogni stanza.
Una sera mentre spuntava la luna,
decise di passeggiare in giardino,
sapeva che se oltrepassava il cancello,
avrebbe perduto il suo posto al castello,
non aveva il coraggio di lasciarlo,
ogni fantasma è legato misteriosamente
ad un luogo in cui ha vissuto.
Una coppa di vino avvelenato
bevve con l'inganno,
per una eredità da altri bramata,
lo avevano ucciso
ed era rimasto sospeso nell' al di qua.
Quella sera al cancello superò la soglia,
sentiva uno stato di quiete
e il suo dolore sciogliersi sotto le stelle.
Trovò un nuovo modo di esistere
verso un qualcosa di indefinito,
lasciando a chi viveva nel suo castello
un vento freddo e gelido,
che non cessava neanche d'estate.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento