username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Gabriella Stigliano

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Gabriella Stigliano

  • 24 luglio alle ore 21:34
    E' nel pensiero che evado

    E' nel pensiero che evado,
    è nella luce argentea
    di un sogno
    che me ne vado,
    volgendo le spalle
    ad un ordinario d'amore assente,
    che mi svuota lo sguardo
    di ogni cosa palpitante.
    E' la passione che porto
    a farmi desiderare
    anche nel dolore,
    un dolore che vive
    in silenzio sotto pelle
    e che diventa perla preziosa
    di un mare segreto
    dentro una stanza,
    in cui ritrovare,
    senza stancarsi,
    il coraggio di ritornare.

  • 22 luglio alle ore 22:18
    Come un fuoco in una lacrima

    Nascondo la mia voce
    in un silenzio d'amore,
    come un fuoco in una lacrima,
    come un sogno in una
    scatola.
    Un abisso da dimenticare
    quando nessuna tua carezza
    è sulla pelle
    e nella notte porto a fatica
    questa mia febbre
    sotto il mistero ancestrale
    delle stelle.
    Ad ogni passo per te
    s'illumina di poesia il cuore
    e un coro di angeli
    ascolto andando verso il mare.

  • 21 luglio alle ore 23:42
    Ci sono stati giorni

    Ci sono stati giorni
    come buchi
    in cui cadeva dentro
    il peso degli eventi,
    trasformati in lacrime
    senza permesso.
    Ci sono stati giorni
    come arcobaleni
    con una gioia tale
    da non vederne la fine.
    Ci sono stati giorni
    rimasti intatti nei ricordi,
    che non perdono il tepore,
    sopravvissuti al freddo
    di una terra desolata.
    Ci sono giorni in cui
    rimango con lo sguardo
    al cielo abbandonato,
    in attesa di un richiamo,
    di un luogo misterioso
    in cui poter posare i sogni
    di un letargo
    a nessuno confessati.

     

  • 20 luglio alle ore 22:31
    Platoniche idee

    Visioni ed ossessioni
    sulla strada abbandonata,
    percorro in sovrappensiero
    il resto del cammino.
    Dissolvo un sorriso
    per chi trovava
    insensate le mie lacrime,
    domande allo specchio
    per sconfinare nell'assurdo
    e comprendere il contrario
    che conoscevo.
    Platoniche idee
    affollano
    questo mio tempo sospeso,
    che non riesce
    a raggiungere una pace,
    quattro gli elementi
    che mi parlano del mondo,
    due parole d'amore
    sulla tua bocca
    per rinascere ancora..

     

  • 20 luglio alle ore 18:44
    Sposterò il cuore

    Sposterò il cuore
    un po' più in là
    di questa tua assenza,
    voglio che non si accorga
    della pioggia caduta dentro,
    gli dirò che lo porterò
    in viaggio
    e lo stupirò con nuovi orizzonti
    e paesaggi sublimi.
    Sposterò il cuore
    e fingerò di salvarlo
    dal deserto intorno
    e la notte gli darò un sogno
    per curarlo,
    gli darò l'ascolto di una voce
    per cullarlo.

  • 19 luglio alle ore 13:15
    Mi fermo a guardarti

    Mi fermo a guardarti,
    su di te vedo
    il conforto che mi manca.
    Il tuo viso mi racconta
    dolori silenziosi
    e gioie cantate,
    amore portato addosso
    in ogni istante
    e catene rotte
    sul confine di un ricordo.
    Passaggi di eternità
    i tuoi occhi
    lasciati spesso naufragare.
    Mi fermo a guardarti
    e mi perdo nell'imprevedibile,
    mi fermo e arrivo oltre
    tutte le incertezze,
    che prima comparivano
    nella mia solitudine,
    mi fermo a guardarti
    e nell'anima si espande
    per te tutto il bene.

  • 18 luglio alle ore 20:01
    Figlia di un silenzio

    Sembrano petali bianchi sulla pelle
    i desideri che mi vengono incontro,
    nella sera che guardo
    da questo angolo
    di malinconie cesellate
    a te ignoto.
    Sembra di essere figlia
    di un silenzio che viene dal cielo
    e se parlo potrebbe ascoltare
    anche Dio,
    trovando nelle mie parole
    quell'amore che ho messo
    ripiegato nell'ombra,
    ma che continua a tessere luce
    quando riverbera
    nei tuoi occhi di vita appassionati.

     

  • 18 luglio alle ore 19:01
    Racconto di un vento

    Racconto di un vento
    che mi ha portato
    il rosso di un sentimento
    ed io in silenzio
    lo lascio nel cuore,
    tra i battiti e un pianto,
    un sentimento entrato
    nelle mie giornate,
    nonostante tutti i muri
    che ho innalzato,
    nonostante le ali
    finite nel fango.
    Racconto di un vento
    giunto sulla terra
    della mia anima
    ed io che sento
    nuovamente vivermi
    ad ogni respiro.

  • 17 luglio alle ore 22:13
    Imprecisa

    Imprecisa io di fronte a te
    persino nella regolarità
    dei battiti,
    che quasi mi assalgono
    se penso che esisti davvero;
    finisco di chiedere al fato,
    finisco di correre invano
    e mi fermo a dimenticare
    tutto il buio
    che un attimo prima era,
    mi fermo a guardare
    dove il tuo passo
    è stato sulla mia strada.

  • 16 luglio alle ore 20:01
    Scintille di utopie

    Scintille di utopie
    scoppiano nei miei occhi,
    figure di luce
    si muovono lente
    sui miei muri in penombra,
    bagliori di ideali rinunciati
    tornano a farmi tremare
    lo spirito.
    Il tempo ha ridato fuoco
    alle mie vene,
    il tempo scrive e riscrive
    l'evanescenza di storie,
    come candele nelle notti
    di tempesta
    e l'amore è la prima fiamma
    che ho visto nascere
    sul mio lago di ghiaccio segreto.

     

  • 15 luglio alle ore 18:42
    E mi ricordo

    Un prato assolato
    può sembrarmi l'infinito,
    anche solo se ti trattengo
    in un pensiero
    e mi ricordo quelle parole
    che non riuscivo a dire,
    cercando di fuggire
    su un altro orizzonte,
    dove portavo l'attesa
    di un tuo prossimo sguardo
    a me dedicato.

     

  • Ti guardavo con il cuore
    che tutto sapeva,
    ti guardavo allontanarti
    nel vento di un altro sogno,
    ti guardavo mentre il destino
    ti portava un fiume di vita
    da attraversare.
    Eri sempre più avanti
    del mio dolore,
    eri dentro la musica
    di ogni mia stagione,
    eri il risveglio che ambivo,
    eri l'assenza che restava
    dopo un abbraccio.
    Ti guardavo
    e diventavo più reale,
    ti guardavo e a due passi
    era il Paradiso.

  • 14 luglio alle ore 7:16
    Un precipizio d'amore

    Accetto i miei pensieri
    tesi verso un precipizio d'amore,
    non posso trattenerli
    in uno spazio qualunque,
    hanno vertigini
    nella luce e nel credo
    anche di un solo istante.
    Accetto di cadere
    ancora una volta
    da sola col mio cuore,
    subisco l'amore che cresce
    e che sempre mi rende inerme,
    in un'emozione profonda
    dove prega l'anima.

  • 13 luglio alle ore 21:26
    Con il batticuore

    Ci riconoscevamo dentro
    parole e desideri
    trovati nella notte dei nostri cieli,
    eravamo insieme dentro
    lo stesso sguardo
    di un'esistenza fragile
    di presenze,
    bisognosa di essenza,
    che transitava
    dalle stanze solitarie
    delle nostre vite
    alla poesia di sentieri
    aperti sull'anima,
    che scrivevamo
    con il batticuore,
    nel sacro che sentivo
    vivere nei giorni.

     

  • 13 luglio alle ore 18:23
    Un giorno quelle bugie d'amore

    Un giorno quelle bugie d'amore
    scriveranno la verità,
    che nelle assenze ha bruciato.
    Un giorno ritornerò a vivere
    un volo che si è perso
    e dentro un perdono
    arriverà la fine di un tormento,
    che logora il canto
    delle mie estati,
    ormai coperto dalle ombre
    cadute nella mia voce.

  • 12 luglio alle ore 20:27
    Disegnami negli occhi un campo di grano

    Disegnami negli occhi
    un campo di grano,
    per portare lì la mia anima
    al tramonto
    e farla gioire
    di quel colore caldo
    che mi riporta indietro,
    a quelle estati
    dove tutto era possibile,
    dove era diversa anche
    la solitudine,
    dove il dolore non era
    concepibile.
    Disegnami negli occhi
    una strada tranquilla
    fra gli alberi
    e percorrila con me
    nella mano,
    io rimarrò in silenzio,
    anche se vorrei parlare e dirti
    quanto ogni giorno
    e ad ogni passo ti amo.

  • 11 luglio alle ore 23:50
    Una stanza qualunque

    Una stanza
    contiene memorie
    tra gli scaffali
    e lo sguardo di ieri
    lasciato in fondo
    a uno specchio,
    uno sguardo
    che infrange il silenzio,
    che parla
    di dolori nascosti,
    di bellezze intraviste,
    di amori strappati
    dal fondale dei sogni,
    un bacio vissuto
    e un altro non dato,
    un fuoco sublime
    dimenticato,
    il tuono distante
    e ruggente
    ascoltato nel buio
    di una stanza qualunque.

  • 11 luglio alle ore 18:29
    Dall'alba alla notte

    Non pensavo di sentire
    nelle mie malinconie
    il tuo passo avvicinarsi,
    non pensavo di scoprire
    un'armonia
    dentro una ferita,
    non pensavo di varcare
    il domani,
    ho soltanto l'anima
    che misteriosamente
    si ricopre del dorato
    di stelle,
    quando passa a guardare
    il tuo cielo dall'alba alla notte.

  • 09 luglio alle ore 19:16
    Parole ferme per te sulla bocca

    Parole ferme per te sulla bocca,
    non hai più spazio per riceverle,
    il tuo cuore saturo
    non me lo concede
    e adesso queste parole
    le combino con le lacrime
    e le porto sui miei quaderni
    per farle leggere
    a chi vorrà percorrere
    la strada segreta di un amore
    dagli occhi ardenti,
    invisibili e lontani.

  • 09 luglio alle ore 19:14
    Fugace ristoro

    Fugace ristoro fra le tue braccia,
    sento di essere a casa,
    per qualche istante
    dal profumo di giglio.
    Fugace il cadere dell'anima
    dentro carezze che hanno
    mille parole d'amore
    mai pronunciate,
    ma trattenute nel respiro.
    Fugace il sogno
    che faccio ad occhi aperti,
    mentre t'incontro nello sguardo
    ed il mio cuore si arrende,
    facendosi schiavo
    con catene di perle,
    strette fino al dolore.

  • 09 luglio alle ore 19:13
    Agisci sul mio cuore

    Agisci sul mio cuore
    come pioggia d'estate,
    come un treno da cui
    si vede il mare
    e senza dire,
    tornare agli albori dell'essenza
    completa
    e conoscere un luogo
    dove regnano le anime unite,
    portando sotto gli archi
    di una chiesa
    quelle notti d' inverni
    che ho trascorso a desiderare,
    a non fuggire,
    a voler parlarti
    e senza peccato amarti.

  • 08 luglio alle ore 23:39
    Un moto di stelle

    Un moto di stelle
    nella notte del nostro incontro
    si fa pulsante sulla mia pelle,
    che crede ad un sorgere d'amore,
    nonostante le spine trovate.
    Un moto di stelle
    sopra il nostro abbraccio
    e sotto di noi la nuda terra
    a sostenerci le anime.
    Ritrovare le ali dietro ai segreti,
    mentre si muovono le stelle
    nel nostro sguardo
    e diventare angeli
    a raccontarci l'Eden,
    anche solo per un momento.

  • 08 luglio alle ore 18:42
    Sulla curva del tempo

    Mi affaccio sulla curva del tempo,
    mi tengo stretta al tuo pensiero,
    giungo al sentiero di grano
    dietro la case delle assenze
    lenite,
    mi muovo inerme
    sotto uno sguardo di memorie
    ferite.
    Mi porto il tuo sorriso
    fra i mandorli e le nuvole,
    smarrendomi in una verità d'amore
    inaccessibile alla morte.

  • 04 luglio alle ore 23:31
    Guardarmi dentro

    Guardarmi dentro
    per ritrovare il bagliore
    di una terra attraversata all'alba,
    col mio passo a forma di foglia
    che nel vento perde il suo dolore,
    custode di linfa d'amore.
    Guardarmi dentro
    e perdonarmi,
    guardarmi e sapere d'amarti.

     

  • 04 luglio alle ore 17:03
    Il Dove dell'infinito

    Un altro tempo per salvarmi
    e ridarmi luce,
    un'altra preghiera
    nel vento del cuore
    portata ai piedi della croce,
    una danza di figure misteriose
    sotto gli alberi dell'ennesima
    illusione,
    un'erranza di parole e giorni
    dentro il mio muto sguardo,
    che desidera sapere il Dove
    dell'infinito che,
    senza accorgetene,
    mi hai donato.