username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giulio Nicolai

in archivio dal 07 mag 2007

20 settembre 1987, Massa (ms) - Italia

22 settembre 2014 alle ore 14:14

Universo

Il racconto

Il nulla. Poi il più grande boato che l'Universo ricordi. Miliardi di particelle cercano identità e ci mettono milioni di anni per capire chi sono. Nascono le prime stelle, agglomerati di gas cosi' densi da innescare reazioni termonucleari al loro interno. Gli elementi più leggeri si trasformano in elementi più pesanti. Devono nascere e morire milioni di stelle per dar vita agli atomi più complessi. Una nuvola di polvere, una stella che nasce, dei piccoli sassi roventi gli girano attorno. Altri milioni di anni per dar vita ad un pianeta. E sconvolgimenti, collisioni planetarie, meteoriti, gas mortali. Nonostante tutto, nasce la vita. E strisciando conquista la terra. Estinzione dopo estinzione un piccolo roditore trova riparo in una grotta. I mammiferi prosperano. Arriva il tempo dell'Uomo, la parola, l'ascolto, la guerra, l'amore.
La scienza, contrastando ogni dettame religioso, ci dice che ogni nostra emozione e' una reazione chimica, una risposta determinata da stimoli esterni. Gli atomi nati miliardi di anni prima all'interno di enormi stelle, si legano con altri atomi e danno vita a molecole, enzimi, ormoni, emozioni. Un intero Universo si e' mosso per farmi apprezzare gli occhi di quella ragazza, il profumo dei suoi capelli, il liscio candore della sua pelle. Come si fa a non vedere il Divino in tutto questo?

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento