username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 26 gen 2009

Giuseppe Terracciano

Nola (NA)

elementi per pagina
  • Seduto sulla banchina della stazione,
    il vento di tramontana che raggela le dita delle mani.
    Aspetto il treno che mi porterà nel caos.
    -Gli operai lavorano lunghi i binari-
    Scrivo appunti sull'agenda sgualcita.
    Il telefono squilla, ma non ho voglia di parlare

    Vorrei estraniarmi dal mondo

    mentre non riesco a distogliere lo sguardo
    da quell'erba spuntata tra i sassi dei binari:
    impavida, incosciente e coraggiosa
    di quanti treni passeranno su di lei.

    Necessario è resistere
    Questo l'imperativo!

     
elementi per pagina