username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 16 giu 2018

Laura Battisti

roma

elementi per pagina
  • Leggendo il nuovo romanzo di Luca Clementelli si respira un’aria di leggerezza adolescenziale che però non è affatto superficialità.
    La storia potrebbe sembrare una qualunque storia o storiella d’amore. Davide e Sara non si vedono da tempo, lei è partita per lavorare in un'altra città ed è tornata da poco. La ragazza non è serena, Davide da sempre nutre per lei un sentimento più forte della semplice amicizia ma mai dichiarato. A spronarlo è l'amica Chiara, ma sarà una circostanza particolare a farli avvicinare: il giovane svelerà un “segreto” che coinvolge la sua famiglia, la sordità. Proprio questo consentirà loro di scoprire la forza del legame che li unisce.
    "Finalmente" affronta così con intelligenza e delicatezza un tema importante: la sordità. Che si fa metafora non solo della disabilità in generale, ma soprattutto della difficoltà che tutti incontriamo in misura diversa di affrontare le nostre debolezze e nel comunicarle agli altri, e anche della solitudine in cui si dibattono le nuove generazioni.
    L'autore tratta il tema con partecipazione, probabilmente anche autobiografica, con grande delicatezza ma anche con estremo rigore. Luca Clementelli ha infatti competenze di Lingua dei segni Italiana e il romanzo si avvale dell’expertise di un ricercatore CNR.
    Il libro lancia un messaggio importante, il superamento delle barriere interpersonali, reso ancor più efficace dalla scelta di arricchire il testo con fotografie e con il sign writing, il sistema di trascrizione della lingua dei segni. L'autore, laureato in Lettere, lavora come copywriter, ha seguito corsi di scrittura creativa e sempre con Albatros ha già pubblicato nel 2013 il romanzo "DeStino", del quale questo romanzo breve è in qualche modo un prequel.

    [... continua]