username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Lora Boccardo

in archivio dal 29 giu 2015

04 marzo 1948, Torino - Italia

segni particolari:
Nessuno

mi descrivo così:
Scrivo per piacere personale. Non ho quindi una biografia in questo senso e non ho mai pubblicato niente, tranne che sul mio profilo di Facebook nelle "note".

17 luglio 2015 alle ore 14:21

Piccole scarpe

Il racconto

Ero affacciata al mio balconcino. Guardavo un po' le rondini e un po' il traffico moderato sulla strada. Ad un tratto ho notato un paio di scarpette da ginnastica, da bambino, abbandonate fra due auto posteggiate. Ho pensato: che strano! Dal mio punto di vista sembravano anche in buono stato. Che qualcuno se le sia tolte e sia tornato a casa a piedi nudi? I bambini sono imprevedibili. Mah! E' passato un uomo, si è chinato e le ha prese in mano, le ha guardate, stropicciate, e poi le ha ributtate lì. Dopo sono passati due ragazzini e c'hanno fatto due tiri come con un pallone da calcio, e se ne sono andati. A questo punto io ne vedevo solo una, l'altra forse era sotto un'auto? Dopo un po' è passata una donna. Ha visto la scarpina e l'ha presa in mano, e poi si è messa a cercare finchè non ha trovato l'altra. Le ha spolverate un po' con le mani, messe nella sua borsa, e portate via, ma prima si è guardata attorno ed io mi sono ritirata, imbarazzata di essere lì a osservarla, e timorosa di mettere in imbarazzo lei. Ho pensato che anche lei abbia un bambino che ha bisogno di scarpine e ho pensato  che nessuno dovrebbe essere costretto a raccogliere un paio di scarpe per la strada.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento