username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Luciano Ronchetti

in archivio dal 29 set 2018

03 novembre 1962, Taranto - Italia

mi descrivo così:
Non ho esperienza letteraria pregressa. Libero pensatore, poeta, appassionato di arte, musica, cinema (e altro ancora) nonché "venditore di parole" (in genere, però, alle belle donne, ed anche a quelle meno belle, le regalo!) a cui piace scrivere di tutto - e su tutto: cittadino del mondo intero!

18 settembre alle ore 22:17

La rivoluzione (anarchica) dei fiori

I fiori si son ribellati: ai cannoni;
i fiori non sono maoisti, non sono castristi,
né sono ebrei, né cristiani (o coglioni)...
i fiori si son ribellati: alle false ideologie
ed alle facili speranze della fede, quasi sempre illusioni
(i fiori non sono coglioni);
i fiori si son ribellati: al lavoro, alla giustizia
- quella umana e quella divina - ai padroni, alle eresie
degli uomini e delle religioni
(perché i fiori non sono servi di nessuno, non sono coglioni);
i fiori si son ribellati: alle macchine che son tante, miliardi quasi milioni:
i fiori si son ribellati: hanno deciso di invadere l'aria...
purezza dei fiori: i fiori son tornati puri,
i fiori son (ri)tornati bambini: si son ribellati ai cannoni,
si son ribellati alle macchine - e a tutto: evviva evviva i fiori che si son ribellati;
beati beati (i) fiori che si son ribellati;
i fiori si son ribellati: non sono scimmie ammaestrate, non sono santi nè beati,
non sono pagliacci educati: i fiori si son ribellati
ma sono soltanto fiori!

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento