username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Luciano Rosario Capaldo

in archivio dal 29 set 2018

30 agosto 1955, Potenza - Italia

30 aprile alle ore 8:05

Respirano i miei pensieri

All’insaputa di me stesso
scrivo… di nascosto.
in quel perfetto equilibrio
fra la gioia divina e la dannazione infernale.
Sono semplici le parole che incontrano
ed affondano il rumore delle ore,
il buio del giorno in pieno sole,
così, ogni mio verso… è!

E’ la pace e la guerra dell’amore,
il respiro di parole che bruciano
è l’oceano della mia anima
che riesco ad immergere perfino
...in una tazzina di caffè.

Nell’ascolto di ogni particella che mi circonda,
dalla cenere di ogni creatura arsa dalla vita,
dal mio finire di essere uomo,
nasco ed osservo la poesia.

Luciano Capaldo
***I poeti lavorano di notte quando il tempo non urge su di loro, quando tace il rumore della folla e termina il linciaggio delle ore. I poeti lavorano nel buio come falchi notturni od usignoli dal dolcissimo canto e temono di offendere Iddio. Ma i poeti, nel loro silenzio fanno ben più rumore di una dorata cupola di stelle. (Alda Merini

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento