username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Marco Bo

in archivio dal 23 mag 2013

Periferie del mondo

mi descrivo così:
"Chi può dire di che carne son fatto? Ho girato abbastanza il mondo da sapere che tutte le carni sono buone e si equivalgono ma è per questo che uno si stanca e cerca di mettere radici, di farsi terra e paese perché la sua carne valga e duri qualcosa di più che un comune giro di stagione" C. Pavese

31 gennaio 2017 alle ore 15:43

La prima pietra

La porta chiusa
e una piccola pace dentro che muore da sola

un vestito della festa pulito
perché sopra si indossa un vecchio cappotto da buttare

una carezza di circostanza
come confine invalicabile per mantenere la distanza...

distanza
certo, è un'evoluzione di pensiero inconcepibile sotto questo cielo
eppure
l'unica salvezza possibile alberga nel salvare dall'abbandono e portare in casa chi là fuori al freddo è più fragile e solo

perché non l'ultima che ormai non ha più memoria,
ma è prima pietra che porta tutto il peso del muro

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento