username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Marco Bo

in archivio dal 23 mag 2013

Periferie del mondo

mi descrivo così:
"Chi può dire di che carne son fatto? Ho girato abbastanza il mondo da sapere che tutte le carni sono buone e si equivalgono ma è per questo che uno si stanca e cerca di mettere radici, di farsi terra e paese perché la sua carne valga e duri qualcosa di più che un comune giro di stagione" C. Pavese

09 maggio 2016 alle ore 7:07

quali materne parole?

tra voler scappare via lontano
e lavare, alleviare le ferite
tra arrendersi alla paura del buio
e rincuorare con una luce buona
buona come il pane

tra fermarsi esausti e ripartire ancora e sempre
 tra inseguire un miraggio ed esistere teneramente
esistere

quali altre materne parole?
carezze

carezze su ogni singolo respiro
carezze su ogni piccola ferita
 carezze su ogni lacrima e su ogni sorriso

lacrime e poi sorrisi
attraverso la dura scorza dell'ignoto verso il mare della vita
 dalla gemma, germoglio e fiore
ancora e sempre
madre
madre
madre

Marco Bo
http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2016/05/quali-materne-parole.html

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento