username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Marco Bo

in archivio dal 23 mag 2013

Periferie del mondo

mi descrivo così:
"Chi può dire di che carne son fatto? Ho girato abbastanza il mondo da sapere che tutte le carni sono buone e si equivalgono ma è per questo che uno si stanca e cerca di mettere radici, di farsi terra e paese perché la sua carne valga e duri qualcosa di più che un comune giro di stagione" C. Pavese

28 aprile 2016 alle ore 10:15

tasti sensibili

più vecchio
e gli altri non ti sentono

ascolti
ma loro non parlano

eppure non ti lamenti più
perché ormai sai bene
che il cuore dell'uomo non è un foglio bianco
dove scrivere battendo sui tasti di una vecchia macchina

e sei consapevole del fatto che, come in una gara,
nella vita quanto piùsi corre, più vicino si capisce e si duole

 e in conclusione
 non cerchi più risposte certe da incidere con lettere di vento e di pietra
sulla dura superficie della fine

Marco Bo
http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2016/04/sui-tasti.html

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento