username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Maria Angela Carosia

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Maria Angela Carosia

  • 06 settembre 2014 alle ore 10:43
    Mondo triste

    Quel mondo se ne va
    alla frontiera
    e resta a guardarsi
    fra sconfitte ammainando
    vele issate da rassegnazioni
    che non guardano più
    oltre l'orizzonte
    dei loro persi pensieri
    costretti a dimenticare
    non rimettere piede
    in quei ricordi
    che affievoliscono
    lentamente la vita

  • 02 settembre 2014 alle ore 13:38
    Animo sensibile

    Cammini accarezzato
    dal pensiero del vento
    che cammina con te
    nell'immobile di un tempo
    ignoto, all' animo tuo
    al cieco fiato, che pesa
    a portarlo sulla schiena
    rattristata
    Vorresti liberartene
    abbandonando la nave
    ed acciuffare cieli migliori
    per sentirti migliore

  • 02 settembre 2014 alle ore 13:17
    Tasti dolenti

    Potrai puntar sull'infinito
    su tasti dolenti
    che lascian respirare
    appena appena
    in piccole aperture
    geniali e del contrario
    di quello che i buoni
    si aspettano da te?
    Potrai cadere, sentire
    ciò che dovresti fare
    per riparare danni
    a insignificanti piantagioni
    ma che sono dolcezza
    e non delusione

  • 31 agosto 2014 alle ore 16:48
    Smarrimento

    Guarda senza sentire
    distraendosi in vicoli
    ciechi che si illudono
    di esserci ancora
    fra parole interrotte
    da impenetrabili silenzi
    mentre suoni arrivano
    sfiorando la testa disorientata
    in quelle vene che pompano
    il cuore e lo trattengono
    per non fare rumore
     

  • 27 agosto 2014 alle ore 14:14
    Sentimento letterario

    Sentimento letterario
    ammazzi il tempo
    e la speranza nutri
    infondendo ottimismo
    rincuorando anime
    bisognose di talenti
    che affondano in penne
    fantasiose
    quando i treni non fischiano
    più, nelle albe di tramonti
    andati, con la valigia partita

  • 26 agosto 2014 alle ore 14:17
    Son le carezze

    Son le carezze
    che ci liberano dal cemento
    e ci rendono immortali
    facendo sognare il vento
    caduto da un'ultima
    ciglia bagnata, di acide piogge
    innaturali, prese da deserti
    straziati, nelle ultime pagine
    folli, stordite dalle invenzioni
    e dai soliti poemi

  • 26 agosto 2014 alle ore 9:03
    Vecchiaia (Impressioni)

    Passi i giorni
    a capire, quel che potevi
    e non hai fatto, rovinando
    anche il bello della vita
    che ti ha dato tanto
    legandoti solo a bellissimi
    ricordi, impressi nella mente
    nelle sere tempestose
    quando la corrente ti trascina
    via, non inseguendo
    il fiume, dell'eterna euforia

  • 24 agosto 2014 alle ore 23:22
    Tramonto

    Si incammina percorrendo le carte del passato, con la lentezza del cuore, che si commuove, in piccole pupille nostalgiche, di storie finite, che non si pensano più, dimenticandole mentre il sole muore, in una stella dal volto sbiadito
     

  • 20 agosto 2014 alle ore 12:47
    Ultime visioni

    Ma se ci fosse la possibilità
    di comprendersi, forse
    i minuti e ciò che di brutto ci circonda
    sparirebbe, insieme al disagio
    che l'uomo crea, per far spazio
    solo a se stesso nel consumo
    di prodotti avvelenati, nocivi
    per il mondo disordinato
    ridicolizzando l'operato volenteroso
    per opere umanitarie ed antenate
    in millenni centenari di ultime visioni
    con i calcoli che tornano e rimangono
    sul conto

  • 19 agosto 2014 alle ore 14:29
    Mistero

    Si fonde nella notte
    al calare
    di tiepidi suoni, fra raggi
    protettivi
    nel sole coraggioso
    che si concentra
    rivestendosi di chiarezza
    illuminata da un mondo sincero
    con repellenti scorciatoie
    mentali
    in domande infinite
    disegnando esclamazioni

  • 18 agosto 2014 alle ore 14:21
    Vivi e non sai

    Vivi e non sai
    cosa ti aspetta
    arrampicandoti
    su di un pergolato
    come uno sposalizio
    all'apparenza stabile
    che non si inclina
    recandosi all'altare
    e nel chiedere il permesso
    si fa santificare

  • 17 agosto 2014 alle ore 15:01
    Abbraccio

    L'abbraccio
    si espande
    in un esule cammino
    sicuro, al porto
    con navi arrivate
    ed avvistate
    da remore infelici
    che attendono di raccontarsi
    e sparire fra ronde notturne
    dove il giorno non sorge
    nel meandro di una lacrima
    versata, dalla rugiada

  • 15 agosto 2014 alle ore 0:22
    La marea

    La marea percepisce
    il rumore del mare
    ripassa le sue onde
    in quel ricercare un movimento
    astrale, nel riportarlo a galla
    senza chiedersi cosa sogna
    cosa vorrebbe fare
    se affogare o resuscitare
    per non naufragare
    nel suo labirinto complicato
    di fenomeni strani
    intenti a sciogliere corde
    che si vestono ed aspettano
    venti immensi e tropicali

  • 14 agosto 2014 alle ore 13:16
    Piangono i pensieri

    Piangono i pensieri
    lasciati soli
    senza un sorriso
    senza conforto
    come la rugiada
    rivestita d'aria
    che fredda diventa

     

  • 14 agosto 2014 alle ore 9:54
    La sognatrice

    Viaggi di sole fantasie
    ammirando il cielo
    con nuvole bianche
    che disseta la sua fantasia
    in preamboli rose
    con trucchi caldi
    e menù a scelta
    di suo gradimento
    senza neri dipinti
    ma solamente chiari
    capolavori, che rendono allegri
    lasciando brutti ricordi
    alla stazione della partenza
    di sola andata, col biglietto
    scaduto, nel tempo respinto

  • 09 agosto 2014 alle ore 9:45
    Leggi ma non ascolti

    Leggi ma non ascolti
    quello che hai dentro
    che lascia un vuoto
    e non asciuga la pelle
    se il vento soffia
    minacciandoti di farti
    cadere, non appena
    prende il volo, per allontanarsi
    da te, quando vorresti
    la sua forza per rivivere
    un'altra volta senza paura
    senza che un pensiero
    ti opprime e riprende in mano
    le briglie, per le strade da seguire

  • 08 agosto 2014 alle ore 23:21
    Pentimento (Impressioni)

    Strofina gli occhi
    e nel cortile dell'anima
    si mette a pregare
    con le lampade accese
    di una luce che soave
    si prepara a colpire il suo petto
    contrito, davanti ad uno specchio
    della sua verità, informandone
    il cuore di aver pagato
    ripagando la sofferenza
    per il male ricevuto
    in quegli sbagli odiati
     

  • 06 agosto 2014 alle ore 10:07
    L'eternità

    L'eternità, un volo di memoria
    assopito fra reali conclusioni
    che con l'infinito
    tramontare del sole
    nell'essenza del cuore
    svanito in pianti di pensieri
    infiniti, continuano
    a lavorare, in quell'insolita mania
    autoritaria, senza fermarsi
    neanche difronte al pianto
    raccontato, dove termina la vita

  • 04 agosto 2014 alle ore 0:34
    La fissazione

    Si adagia su un solo movimento
    che scorre verso l'interno
    in una sola direzione percorsa
    più volte, senza neppure ascoltare
    cosa suggerisce il cuore
    per una giusta spiegazione
    impigliata ai neuroni
    che disturbano le vie
    ripetendo dilemmi malati
    con lame taglienti, conficcate
    nella mente, eternamente

  • 01 agosto 2014 alle ore 9:27
    Occhi che lacrimano (Riflessioni)

    Piangono, si sentono
    perduti, non vedono
    più le stelle
    con i contorni immensi
    mentre il bianco scompare
    fra orizzonti desiderosi
    di andarsene, e sparire per sempre
    tra ali di uccelli, che si alzano
    in volo, nell'acqua che li guarda
    e sospira piano
    quando giunge la sera
    colorata di nero

  • 30 luglio 2014 alle ore 22:45
    L'aurora nasce

    L'aurora nasce
    conficcata nel cuore
    mentre il tramonto
    indebolisce le emozioni
    che si annidano
    in frammenti d'amore
    universali
    che prendono corpo
    discutendo del reale

  • 29 luglio 2014 alle ore 23:00
    Scrittura

    Isola a volte
    fra tanti pensieri
    di visi che si sentono
    smarriti, in quei cespugli
    riempiti di spilli
    che sbattono fortemente
    a ridosso di tempi impossibili
    da dominare, e scavare
    quando le onde odono venti
    facendosi cullare, dall'enorme mare

  • 28 luglio 2014 alle ore 23:16
    La strada

    Trasporta i passi
    consumati dalle suole
    pensierose, ascoltando
    tutto quel che succede
    alla mente disturbata
    fra vie affollate, di occhi
    che spiano il muoversi
    delle labbra asciutte
    mentre l'aria origlia
    le giornate offuscate
    e l'andare senza una meta
    precisa e convincente

  • 22 luglio 2014 alle ore 15:16
    Il buio

    S'impossessa del male
    come una tigre inferocita
    addentrandosi
    nella foresta soffocante
    di carnefici rubini
    avvolti in un tetro abbaglio
    che distoglie prede
    buttandole nel sacco
    chiudendolo stretto
    con un passo deciso
    senza far respirar
    il vuoto svuotato
    che lentamente nell'abisso
    sprofonda

  • 11 luglio 2014 alle ore 23:02
    Ambiguità

    Inganna gli occhi
    accarezzati da ombre
    che divergono in sogni
    metallici, come calamite
    nel sospirato
    punto sospeso
    di domande dentro dubbi
    infiniti nei cieli perplessi
    e ricercate per smontare
    enigmi misteriosi che trafiggono
    aspettando la luce vera
    bloccata dalla tenebra del buio