username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Maria Angela Carosia

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Maria Angela Carosia

  • 17 maggio 2014 alle ore 10:34
    E se il mondo

    E se il mondo vagasse
    non resterebbe
    che un solo appiglio
    in certe notti folli
    non rimarebbe
    una speranza
    per un'ora di luce
    sola, nelle ali libere
    di alzarsi in volo
    senza timori
    restando fermi
    ad attendere la morte
    come un passaggio
    normale, che arriva
    accolto da angelici
    dolicissimi sorrisi

  • 10 maggio 2014 alle ore 23:33
    Vecchio (Impressioni)

    Tra le angosce vive
    facendosi morire
    mentre scruta
    la vita che si sbriciola
    fra le sue mani
    invecchiate, di percorsi
    finiti, con il tempo
    che segna sul calendario
    i giorni e gli orari
    in cui si perde, e vorrebbe
    andarsene per sempre
    per non soffrire più

  • 09 maggio 2014 alle ore 22:51
    Soltanto amore

    Andiamo avanti
    ma non c'è niente
    che svela il destino
    Si nasconde come
    un trepido usurai
    nei canali attorcigliati
    da forti tonalità
    incatenate ai rumori
    assordanti, di poesie
    recitate dagli attori
    innamorati, di un'unica parola
    amore, soltanto amore
    perchè solo lui, è la nostra
    vera conquista

  • 12 aprile 2014 alle ore 8:15
    Hanno un valore

    I soldi hanno un valore
    quando vengono dopo
    dopo l'amore, diminuendo
    le entrate
    all'ingordigia che mai sazia
    arraffa tutto quanto
    prendendosi
    anche quello non suo
    e come un ladro incallito
    deruba la calma, al suo lato
    migliore

  • 09 aprile 2014 alle ore 9:42
    Barbone (Impressioni)

    Nessuno lo guarda
    gli passano davanti
    come uno
    che non ha motivo di esistere
    che non deve vivere
    perchè non serve
    forse neppure a se stesso
    in quel vento indifferente
    che non sa cos'è la fragilità
    comportandosi come
    se non esistesse
    vedendo solo la forza
    nella sua indignazione

  • 27 marzo 2014 alle ore 0:36
    Nave correttiva

    Non sono le parole cattive
    che ci trasformano in bestie
    ma il dilagare delle amarezze
    nelle similitudini dei peccati
    che commuovono la vita
    guardandoli con occhi perplessi
    nell'istinto del cuore
    come un vero viaggiatore
    su una nave correttiva

  • 26 marzo 2014 alle ore 11:12
    Senza farci traballare

    Come possiamo comunicare
    senza amore, se il vento
    non soffia verso di noi
    a darci le direttive giuste
    per rimanere sullo stesso binario
    che non porta fuori
    strada, senza farci traballare
    ma dandoci una mano?
    Come possiamo
    riavvicinare strade
    che ci consentono di proseguire
    se non c'è un'anima libera
    sul nostro tremolante cammino?

  • 25 marzo 2014 alle ore 13:48
    Morbida neve

    Morbida neve
    delicatamente
    scendeva
    Insoliti fiocchi
    come piume di gallina
    facevano la loro comparsa
    accarezzando
    pensieri assorti
    nel vuoto di una siepe
    rigogliosa
    fra capelli che pensavano
    ad un traguardo
    lieve e forse positivo
    con una bella notizia
    che cancella pessimismo
    e rancore accumulato
     

  • 23 marzo 2014 alle ore 14:13
    Arcobaleno

    Ti adagi nell'ebbrezza
    tormentata del cielo
    che oscura il sole
    ma quando ti mostri
    ritorna a sorridere
    un pallido azzurro
    settembrino fra ricami
    indefiniti che cercano
    lucidi occhi tristemente
    socchiusi, che si riaprono
    ad accoglierlo nell'anima
    in una cieca volontà
    Si abbarbica all'ottimismo
    tra le strisce di un arcobaleno
    come roccia rugosa

  • 18 marzo 2014 alle ore 23:25
    Contadino di un tempo

    Amava la semplicità
    era un uomo duro
    ma che coglieva
    l'importanza di essere
    vivo, e mangiare
    quello che c'era
    senza fiatare
    immaginandosi
    di scrutare sempre il sole
    anche ai lati di un tramonto
    oscuro, con valige pronte
    per un alloggio silenzioso
    e veramente sicuro

  • 18 marzo 2014 alle ore 21:59
    Non è quel senso

    Non è quel senso che resta
    a ridarti la vita
    a ridarti una speranza
    mentre passa il tempo
    nello stupore che scuce
    le cuciture di un orlo
    impoverito, ma il significato
    del perchè sei nato

  • 16 marzo 2014 alle ore 13:17
    Ci sono malati

    Ci sono malati
    che conciliano il riposo
    con il dolce sentire del cuore
    che li abbraccia, tra diari
    e cartelle complete
    di una vita conclusa
    ad aspettare angeli
    bianchi, immersi
    in quadri definitivi
    nelle corse terminate
    dei parametri dismessi
    della morte arrivata

  • 11 marzo 2014 alle ore 12:41
    Se le parole

    Se le parole
    potessero
    interrompere
    suoni
    mettere fine
    il mondo cambierebbe
    posizione alternando
    antennine che cambierebbero
    stazioni a reti unificate
    con un'unica trasmissione
    per tutti, con gli stessi discorsi
    senza turbare fragili crani

  • 09 marzo 2014 alle ore 21:02
    Cosa c'è

    Cosa c'è che non va
    come possiamo immaginare
    un futuro meraviglioso
    se contiamo giorni spettinati
    delle quali non ci ritroviamo
    in assenza di un perdono
    nervoso che forse mai arriverà?
    Cosa c'è di anomalo
    nelle nostre vite se non ci manca
    nulla per vivere serenamente
    senza bussare alle porte
    di altri per chiedere un pezzetto di pane?

  • 09 marzo 2014 alle ore 14:00
    Domani sarà un altro giorno

    Domani sarà un altro giorno
    e un altro ancora, rincorrendo
    i sogni che non vogliono
    sbocciare nell'istinto
    di un desiderio deluso
    che non smette di sperare
    ma di fortificare, e continuare
    a crederci tenacemente
    con un groppo alla gola
    nei pensieri di sempre
    che continuano a chiamare

  • 04 marzo 2014 alle ore 23:36
    Ricchezza d'animo

    Ricchezza d'animo
    sfavilla nel cuore
    desta una forte emozione
    che non si cancella
    donando allegria
    ai nostri compagni
    di vita voluta
    fatta nostra
    come la stella
    mattutina
    che ci guarda
    e sorride alla luna
    complice
    dei nostri pensieri

  • 04 marzo 2014 alle ore 19:56
    Ami senza dirlo

    Ami senza dirlo
    segretamente
    ripeti che non è vero
    che è solo un'impressione
    scoprendo dopo
    di non esserti sbagliata
    e vorresti lo stesso negarlo
    impostando un'altra verità
    per comodità, continuare
    la medesima vita, anche se
    quella vecchia non la sopporti più
    volendo fuggire e non farti
    ritrovare, con il solito umore
    che distrugge l'esistenza
     

  • 04 marzo 2014 alle ore 12:11
    Tragico poeta

    Le parole non sono niente
    in confronto a ciò che vorremmo dire
    ed appianare il nostro sentire
    dilungando discorsi
    nel ritrovare quei sensi perduti
    ritrovando piena armonia
    rotta, in quell'animo straziato
    con canti di poesie
    che si offrono ad una malinconica
    notte, pensatore infinito
    di un tragico poeta

  • 03 marzo 2014 alle ore 14:04
    Una pallida luna

    Il sentimento ci appartiene
    ma se nel cuore non c'è più
    una speranza tutto muore
    e con lei anche gli ultimi rintocchi
    di una pallida luna, che si nasconde
    agli occhi del suo sole

  • 01 marzo 2014 alle ore 21:13
    La luce c'è

    La luce c'è, se tu la vedi
    se arrichendoti di lei
    ti sommergi nei pensieri
    e li rendi unici come vuoi tu
    Ascoltala con il cuore
    in mano e abbandona
    il tramonto che si perde
    sotterrando nuvole
    dove il cosmo è sepolto
    dalle cattiverie che infondono
    il peccato, allargandolo
    dentro una nuvola vuota

  • 28 febbraio 2014 alle ore 8:47
    A che scopo

    A che scopo dobbiamo vivere
    quando l'acido
    ci assorbe, rendendoci
    viscidi ed invidiosi
    di tutto ciò
    che ci sta intorno
    alimentando un grosso
    falò? A che scopo dobbiamo continuare
    se si è arrabbiati dentro
    ammalandosi nel ritrovare
    ripugnanza, in sguardi
    servitori che prestano
    la loro correttezza
    la loro dignità
    che noi non possediamo
    ed essi si?

     

  • 27 febbraio 2014 alle ore 19:38
    Generoso

    Quanto manchi alle parole
    che non bastano, per dire
    quanto amore puoi dare
    a chi ha bisogno di te
    cercandoti come se fossi
    un grande Dio, illuminato
    dai fedeli del mondo
    che rischiarano sentieri
    tortuosi, unendoli
    al perdono e alla sapienza
    del dono, ammirabile pregio

  • 23 febbraio 2014 alle ore 14:38
    Non sono i desideri

    Non sono i desideri
    che ci portano
    ad un bivio
    obbligandoci
    a fermare
    i limiti del tempo
    ma la vita
    che insensibile
    non ubbidisce
    non si piega
    al nostro volere
    condannando
    destini già pronti
    a morire, vendicandosi
    per quello che han
    dovuto subire
    nel coltivare il male

     

  • 23 febbraio 2014 alle ore 13:54
    Vorrei

    Vorrei rileggerti
    vedendoti crescere
    e passo dopo passo
    sulle righe del mio cuore
    ascoltare l'ispirazione
    sperando che arrivi
    a colorare le mie attese
    di speranza
    e viaggiare
    nella giusta direzione
    dimenticando per un attimo
    nebbie fitte
    nostalgiche, per seguire
    strade tracciate
    da antichissime anime
    dalla vita mediocre
    che adorava la semplicità
    in tutto quello che faceva
    tra terre coltivate
    dove crescevano cibi
    genuini
    ancora rammentati
     

  • 22 febbraio 2014 alle ore 0:11
    Sopportare

    Sopportare non è facile
    ma ci dev'essere un modo
    per farlo
    se non si vuol ferire la coscienza
    che penetra nel mondo
    incontrando l'esistenza
    Se vuoi raggiungere la pace
    voltati, e solleva chi soffre
    colui che t'ha reso infelice
    Quando guarderai la notte
    sola, sensi di colpa non avrai
    ed il buio paura non ti farà