username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Oscar Wilde

in archivio dal 03 feb 2001

16 ottobre 1854, Dublino - Irlanda

30 novembre 1900, Parigi - Francia

segni particolari:
Poco prima di morire ho vissuto a Parigi sotto falso nome: Sebastian Melmoth.

mi descrivo così:
Un esteta, di sicuro il maggior rappresentante del decadentismo inglese.

04 aprile 2006

Impression du matin

Il notturno del fiume azzurro e oro
Si tramutò in armonia di grigio;
Un barcone di fieno color ocra
Si staccò dalla riva: fredda e muta

La nebbia gialla dilagò strisciando
Dai ponti, sin che i muri delle case
Parvero divenire ombre, e San Paolo
Enorme bolla sopra la città.

Poi si levò d'un sùbito il frastuono
Della vita al risveglio; il rotolio
Dei carri agresti; e un uccello canoro
Si posò sopra i tetti scintillanti.

Ma una pallida donna tutta sola,
Baciando il giorno i suoi capelli scialbi,
Vagava sotto il lume dei lampioni.
Labbra di fianuna e il cuore fatto pietra.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento