username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 31 agosto 2007
    Settembre

    Questi strali
    di caldo cocente
    che scivolano via,
    lentamente
    dal palmo
    della mia mano,
    come l'acqua
    del mare,

    più corte le giornate,
    meno melodica
    la sinfonia del sole,

    granelli d'ombra
    sulla sabbia,
    appena appena
    fresca

  • 30 agosto 2007
    Traghettatore

    Traghettatore senza tempo
    occhi di gatto
    il volto di ambra
    la mia anima in pugno
    un lieve fruscio
    un piccolo verso
    un respiro sottile
    l'immane saggezza di viaggi mai visti
    dritto dritto negli occhi
    racconta  misteri
    storie lontane tempi diversi
    con tenerezza accoglie
    dolori nascosti
    pianopiano
    umido bacio
    dall'infinita pazienza
    arrotolandosiin grembo
    accorda
    piccolo re
    sollievo
    al mio pianto

  • 29 agosto 2007
    Velo

    Nuovamente qui,
    conosco questo luogo,
    il fondo del burrone
    o del mio cuore,
    sola.

     

    Nuovamente l’attesa,
    l’uomo si sente forte quando
    in una mano tiene il cuore e nell’altra la testa,
    come una bilancia senza ago.

     

    Mi è rimasto lo stomaco
    pesante come un macigno
    e gli occhi che riversano queste inutili lacrime.

     

    “Pensa sempre al peggio”
    era la mia arma di difesa
    ma quando l’ho abbassata
    e ho creduto che non ci sarebbe più stato il burrone,
    ci sono ricascata dentro
    senza neanche più il mio paracadute
    che ho tenuto incollato a me
    per così tanto tempo.

     

    Ora mi riavvolgo nel mio velo segreto
    e lo lego stretto.

  • 28 agosto 2007
    Luccichii di notte

    Nasce dolcemente un nuovo mattino
    sognando  di attraversare sentieri
    ove all’arrivo possa trovare
    il tuo cuore
    lo stringerò  per sentire sul petto il tuo battito
    lo stuzzicherò
    baciando le tue  labbra
    accarezzando i tuoi capelli come le corde di un' arpa
    per poi sognare
    luccichii di notte quanto
    e appena sole.

  • 28 agosto 2007
    Fine

    Lo spavento più grande
    nel sorriso di un uomo
    che non ama più.

  • 28 agosto 2007
    L'altare senza dio

    Davanti all’altare della solitudine
    invoco un dio sordo
    un dio lontano dalla mia anima
    non so pregare
    Le mie lacrime sono preghiere
    Nell’oscurità senza ombre
    non mi perdo, ma mi spavento
    vedo uno, dieci, cento altari
    vedo ipocriti piangere
    vedo assassini sanguinare
    vedo pellegrini infedeli
    fumi d’incenso per altari senza dio
    vestali indegne,  guardiane del culto
    prostrate ai piedi di un altare
    innalzato per magnificare l’egoismo.

  • 27 agosto 2007
    Un uragano d'amicizia

    Un nero intenso
    un vuoto immenso,
    nessuno è il mio motto.

    Seduta al centro di un violento uragano,
    lascio che mi porti via
    nella speranza
    di trovare un amico dall'altra parte.


    C'è qualcuno che piange,
    che cerca un altro qualcuno
    e, come me, conosce solo la solitudine.


    Io gli vado incontro
    e conosco un amico,
    ora vedo solo due sorrisi.


    Un vuoto che si è colmato
    e ha portato amicizia.

  • 27 agosto 2007
    Venendo da nord

    Annuserò  il vento
    venendo da nord
    (come fiore d'inverno)
    canterò canzoni
    per le notti deserte
    compirò magici riti
    (per stregare i tuoi occhi)
    scioglierò capelli tessuti
    a una luna impaziente
    per legarti al mio seno


    Sono nata dal buio
    (sul tuo corpo)
    la clessidra del tempo
    ha iniziato a danzare

  • 27 agosto 2007
    Tocco

    Tocco
    sottile
    d'azzurro
    lacerato
    suono
    riverbero d'ambra
    danza d'opale
    negli occhi

  • 27 agosto 2007
    Esausti

    Dolcissimo
    creatura di fuoco
    graffia
    leggera leggera
    i miei fianchi
    esausti

  • 25 agosto 2007
    La befana

    Scende lenta la befana
    con il sacco dei suoi doni
    destinati ai più buoni.
    Porta libri e dei palloni
    delle bici e dei scarponi.
    Porta ancor degli altri doni
    ai bambini… i più buoni!
    E passata alfin la notte
    se ne torna in ciel leggera!


    Cagliari – dicembre 1961
    Da “Attimi” - Inedito

  • 24 agosto 2007
    Sapere aude!

    La libertà non si discute.
    Fino a che è cosciente
    bisogna che si manifesti libera.

    Indissolubile è il legame fra libertà
    e necessità quando l'evoluzione è in corso.
    Il panta rei eracliteo siamo noi

    e le nostre coscienze,
    scientemente illusi di saper vivere.
    Insegnare significa prima di tutto sapere.

  • 24 agosto 2007
    Roma

    Quale diverso vedo in te
    scivola il Tevere di sotto
    che non mi viene d'amare altro.

  • 24 agosto 2007
    Non sono sicuro

    Il cielo trasmette
    sull'acqua cristallina
    riflessi d'argento.
    La sabbia bagnata
    lascia impronte strane,
    di passi diversi,
    mentre l'odore intenso
    della salsedine
    mi infastidisce!
    Stasera prima di partire
    mi volto un attimo
    e l'orizzonte mi sfugge.
    Mi confondono
    le corse di allegri bambini.
    Salgo sulla collina
    e spero che anche domani
    senta quella voce amica
    che mi accompagna.
    Forse sarò ancora
    solitario in questo paradiso
    che non merito!

  • "Ti sento assente"
    "è una lunga estate"
    ma sento una voce che / nel vento parla di te
    c'è un prezzo da pagare per ogni cosa.
    L'amore
    è sempre
    un compromesso?
    Quest' anima senza cuore / aspetta te / adagio
    in attesa che il destino si compia. il mio perché nella tua vita.
    Chiudo gli occhi e vedo te / trovo il cammino che / mi porta via / dall' agonia
    sotto un cielo che si fa prima fulgore e poi stridore e poi
    dolce abitudine.
    Quello che vorrei / vivere in te
    Ascoltare il tempo che passa.
    Il segno di un'estate che mi sembra non finire mai.
    Abbracciami con la mente / smarrita senza di te / dimmi chi sei e ci crederò.

  • 24 agosto 2007
    Naviga

    Naviga
    ricamo di viola ricciolo panna
    schiuma di neve
    Naviga
    disegno d'azzurro nuvola chiara
    filo di seta
    Naviga
    trama tenace sottile disegno
    materia di sogno
    Naviga
    dal fondo dell'anima
    all'infinito
    Naviga
    imprendibile velo
    Naviga
    alito caldo soffio di vita
    scultura d'argento
    ignaro segnale
    inconsapevole scorrere
    d'albe

  • 24 agosto 2007
    Per la morte di Grufolo

    I gatti muoiono per amore
    amori coraggiosi  e senza difese
    I gatti muoiono
    per aver guardato troppo la luna
    che una sera più buia
    si è ripresa il loro piccolo fiato
    I gatti muoiono
    per essere cantati
    minuscoli sonagli d'argento
    appesi al filo del cuore
    I gatti muoiono per non doverci lasciare
    si stendono
    in cassette lavorate nel legno
    tra palline dai mille colori


    Scivolano dalle nostre mani
    fragili e caldi per mettersi
    (piccoli maghi sornioni)
    nel centro dell'anima
    (nel nostro straziato silenzio)
    per sempre

  • 24 agosto 2007
    Gatti

    Gatti di seta
    occhi topazio
    screziati tagli
    piccole code
    aliti dolci
    cuori legati
    sornioni
    silenzi
    soli
    noi ostaggi amorevoli
    nel vostro regno incantato
    ai bordi del tutto
    silenti
    senza muovere un passo
    impariamo

  • 24 agosto 2007
    Apologia del niente

    La noia è assenza di piacere,
    corrode lentamente i miei sensi,
    occlude le arterie celebrali di vuoto sentir nulla
    e di pieno sentir nessuno.

    Crepuscolo delle idee
    e dei miti.
    Ci rialzeremo dopo questo declino
    e riprenderemo il  cammino.

  • 21 agosto 2007
    Sull'amore

    Mi inizio all'amore
    con l'incertezza costante
    di dire o fare
    anche dell'odio
    Tutto è ammesso
    nell'arte dell'amore
    tranne il compromesso
    Non ha un nome
    questo amore?
    Chi sei?
    Ed esso risponde...
    Amore Fedele Elevato
    Tradisco l'amore
    mi è permesso
    per arrivare
    attraverso le spine
    di questo giardino
    incolto
    alle infinite dimensioni
    del tuo volto
    per giungere a te
    A.F.E.
    Tu non esisti
    lontana la tua origine
    lontana la tua destinazione
    non esisti più
    Sono nel centro dell'amore
    e tu non scorgi un mio segnale
    un mio sussulto
    Tu non esisti
    In questi occhi si affaccia
    la via dove è attesa la tua venuta
    Mentre questi occhi
    puntano il mondo
    io attendo

  • 21 agosto 2007
    Mi manca

    Mi manca una mattina di sole
    con te felice accanto
    che mi abbracci e dici...
    è bellissimo conoscerti
    Bello
    Non solo tu
    Ascolto
    La ragione è caduta
    nella ricerca della coerenza
    Bello
    Non solo tu
    L'attenzione unisce la contraddizione
    Esisto nell'inverso
    Esisto nel contrario
    Esisto nel rovescio
    Non importa trovare una logica
    sempre non è possibile
    Bello
    Tu e ogni altro
    Che spavento
    Tu sei ogni altro
    e in ognuno ti trovo
    Così ti ho perso
    Non sono stata molto attenta
    Ogni giorno è un altro giorno
    Ogni giorno è come un altro
    Bello
    Come il sole
    Bello
    Come un giorno senza sole
    Nessuno può resistere all'ignoranza
    Al fallimento
    Alla perdita
    Nessuno giunge alla bellezza

     

  • 21 agosto 2007
    Oltre i confini

    Oltre i confini del corpo
    potremmo spingerci
    L'universo è nostro
    sull'amore voliamo
    è ovunque
    in ogni cosa
    Potremmo elevarci
    scoprendo nuove fonti
    nuove sfere nuove forme
    Siamo fatti di amore
    come noi le stelle
    Siamo fatti di amore
    è dentro la pelle
    Giù nel profondo
    la qualità è la stessa
    la quantità cambia tra noi
    una stella e un uomo sveglio

  • 21 agosto 2007
    Il lungo aforisma

    La politica
    è una banca
    di parole
    e nozioni.
    Chi si vende
    con l'investimento
    delle proprie frasi
    (ripetute
    e già sentite)
    non paga interessi
    di proprie spese.
    E' retribuito
    con il sudore
    di coloro
    che sono "in rosso"
    e di coloro
    che percorrono
    la strada
    della indesiderata
    bancarotta.

  • 20 agosto 2007
    Proemio

    Dell’animo mio canto
    Come il tuo,
    Percosso da spade di oscure battaglie,
    Annegato nel mare di Poseidone l’Adirato,
    Schiacciato dal suono come di un sussulto d’amore
    Perduto su note d’arme.

     

    E che il mio
    E i canti dispersi di altri Orfei
    Possano portarti una brezza di fanciulla ridente,
    di bimbo dolcemente addormentato
    su letto di rose,
    in questo che d’infiniti affanni.

  • 20 agosto 2007
    Poeti

    Voliamo
    In cupole azzurre,
    chiuse.
    Ché oltre il nostro volo di gabbiani,
    vi son nubi
    in un cielo che ci par or chiaro.

     

    Dacci la vista,
    Dio che stai oltre!