username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Valerio Tambone

in archivio dal 13 feb 2014

16 dicembre 1977, Grottaglie (TA)

mi descrivo così:
contadino dell'arte

13 febbraio 2014 alle ore 21:46

La culla

C'è una culla dove ti porto,
ti copro le spalle tutte le notti,
non te ne accorgi perchè dormi già,
a quel lettuccio mi avvicino lento,
in silenzio ti do un pò d'acqua,
ti stendo sonnecchiante
e mi addormento a te vicino.
In un sogno ti accompagno,
la manina tua nella zampa mia,
sono colline e cieli blu quelli che sogni.
Una nuvoletta rosa ti fa gli scherzi
ti gira intorno e ti scompiglia il vestito.
Il tempo qui non c'è,
io stesso non conosco differenza
tra il prima, l'ora e il poi.
Ti porto qui per riposare,
non pensare,
e per giocare.
Se ti svegli all'improvviso
l'altra mia mano ti afferra per non cadere,
lenta lenta, come una foglia
ti scivola sulla fronte
e ti accarezza,
ti accarezza,
ti sfiora gli occhi finchè non dormi ancora.
E' una culla di pace questo sogno,
non c'è spazio per le corse,
io per garbo e per amore
ti cullo e basta come su un dondolo,
non metto ali ad un cavallino
se questo vuole pascolare,
gli porto il fieno e lo accarezzo,
finchè lo vedo ridere.
Per divenire un gran puledro,
fedele ad un principe
o unicorno delle fiabe,
sentir la sua natura
è la prima cosa che ha da fare,
non correre all'impazzata
col rischio di schiantarsi.
Lo cullo e lo alleno,
lo ascolto e gli mostro le vie,
come orientarsi guardando la luna,
gli distinguo i colori
il marrone del fango dal marrone degli occhi,
il rosso sbiadito dal rosso del sangue,
il blu del nulla dal blu del mare.
Piano piano,
dolce,
lento lento,
muovo la culla
solo ogni volta che compi un giro di luna,
nemmeno le foglie
possono accorgersi
da che parte soffia il vento.
Sono seduto su un masso a guardare lontano
e tu vieni a leccarmi le mani ,mio cavallino,
mi dici al cuore che in questo sogno
ogni notte dormi felice
perchè mai avevi pascolato prima
in una culla dove il tempo non c'è.
 
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento