username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

William Blake

in archivio dal 05 giu 2003

28 novembre 1757, Londra - Inghilterra

12 agosto 1827, Londra - Inghilterra

segni particolari:
La morte mi ha sorpreso proprio mentre stavo lavorando alle incisioni ispirate alla Divina Commedia di Dante.

mi descrivo così:
Mi ritengo un poeta non comune. Pittore e incisore, sono l'inventore di una forma originale di poesia visionaria illustrata.

05 aprile 2006

Introduzione

Andavo via per valli brulle
Zufolando giulivi ritornelli,
Su una nuvola vidi un bimbo
Che mi disse ridendo:

"Zufola un'aria dell'Agnello";
La zufolai tutto gaio.
"Zufolaro, di nuovo";
Ripresi e nell'udirla pianse.

"Ora lascia lo zufolo felice,
Cantami le arie gaie":
E canto l'aria dell'Agnello,
Nell'udirla pianse di gioia.

"Siediti, zufolà,
Scrivi un libro per tutti"
Dicendo ciò sparì,
Colsi allora una canna,

Ne feci una penna rurale,
E fu turbata l'acqua chiara,
Furono scritti i motivi felici,
Nell'udirli ogni bimbo gioisce.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento