username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesca Cammarota

in archivio dal 22 dic 2005

11 luglio 1978, Napoli - Italia

segni particolari:
Mano destra volubile e passionale, innamorata delle penne a inchiostro nero. Instancabile.

mi descrivo così:
Lascio agli altri la bontà di descrivermi. Io non parlo di me, scrivo di me.

04 dicembre 2006

Mentre luccica il languore e mi rapisce un’illusio

Sguaina la lama della nostra realtà
e come brina il mio sguardo ghiaccia,
lo rende fisso, al tuo cospetto: tremulo.
La pupilla stretta nel buio,
conosce il gelo del verso
che le labbra non voglion dire
ma che la ragione sente.
E ogni volta che ti guardo, ti dico addio.
Ogni respiro nel tuo annega il mio.
Sopraffatta da un mare che assorbe, 
giunge la deriva infinita del cuore.
Il freddo di novembre e le mie corse affannate
per uscire dai tuoi occhi, corse affannate.
Guardami e sii felice mentre annego.
Ahi amore, il freddo che sento nella corsa…
Ricompare e mi prende con sé
di nuovo sposa di me stessa!
Questo è il gelo che oltrepassa il cuore.
Ahi amore, ahi amore come luccica il languore!

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento