username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giovanni Salvatore Paddeu

in archivio dal 03 apr 2008

13 settembre 1978, Nuoro

mi descrivo così:
Amo leggere, scrivere piccoli racconti e poesie ma non so metterle in ordine.

19 maggio 2008

A Tom e Danielita. Due anime in pena

Chissà dove sei in questo attimo sfuggente?
Corro a perdifiato,
sotto il sole caldo,
stritolo i mei giorni per dimenticarli,
aspetto il momento in cui ti sentirò dentro.
Amarti senza poterti amare,
amarti senza sapere a cosa tu pensi,
amarti pensando che soffri atrocemente,
ogni libro letto soffre per le mie lacrime.
Lacrime dolci e volute.
Piango perché ti amo,
non come quelli che piangono
perché non si amano.
Sono ebbro e forse sogno.
Vedo la guglia del monte,
bello, alto, maestoso.
Vorrei la sua forza per regalartela,
per lasciarmi guardare,
scacciare la bestia feroce,
senza più preoccuparmi di nulla.
Mi piacerebbe librare nel cielo
come le rondini per raggiungerlo,
udire le sue parole fantastiche,
romantiche o pericolose.
Lo guardo da lontano, dalla finestra,
e da sotto gli chiedo come fa.
In che modo fai a sopportare
una vita così lunga,
gli oltraggi della gente che ti ferisce,
e gli sfregi di non ti aprezza?
Poi mi sento stupido.
Lui non ha cuore e sopporta tutto.
Ma chi è Dio che ha diviso i monti
senza cuore e quelle con il cuore malato?
Non è lui che governa l'eternità?
Non è lui che l'ha voluta? Chissà se gli pesa!
Anche Dio avrà un cuore o è come quel monte
che guardo dal basso della mia finestra?
Lui non ci ha fatto a sua immagine e somiglianza?
Se questo Dio ha un cuore, di sicuro soffre come
le sue creature a sua immagine e somiglianza!
Molti lo tradiscono e rifiutano il suo amore.
Sarò anche egoista ma se Dio è senza cuore,
non si offenda se si sente dire porco come un
monte e la roccia che non pensa,
che si lascia calpestare chè non ha cuore.
Se così ci ha creato un motivo ci dovrà pur esserci.
Chissà se ne avrò il tempo.
Dio, dio, dio della terra e del prossimo,
lasciami consolare un cuore che soffre struggentemente!
Concedigli la chance per ritrovare il suo 50%!
Lascia che si amino e si ritrovino nel sentiero...
Non senti ancora le labbra della maria maddalena
cingere il tuo corpo con dell'olio di rose e di petali?
Dimentichi i baci della tua signore madre del cuore?
Lascia che tom e danielita si possano amare
nella loro scogliera e salva loro il cuore dai pensieri foschi...

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento