username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Luciano Tarabella

in archivio dal 20 ott 2008

10/01/19?7, Viareggio

segni particolari:
Sognatore di lungo corso, fuori dall'ingranaggio come il chicco di caffè caduto sul tavolo. Pesce fuor d'acqua e dalla boccia di vetro. Il più grande poeta di tutti i tempi. Anche quelli supplementari!

mi descrivo così:
Stupefatto dal tempo e dalla vita. Innamorato della poesia fino ad abusare di lei violentandola in tutte le posizioni meno quella del missionario.

29 novembre 2008

Notte antica

Così lontano che mi sembra ieri
mio padre disse: " Su, facciamo un gioco;
vieni fra le mie braccia e dimmi un poco:
qual'è il più grande de' tuoi desideri?"

 

(Avrei dovuto dirgli: siamo seri
se non abbiamo cibo sopra il fuoco
come possiamo?) ma gli chiesi roco:
"Un cavallo però di quelli veri!" (1)

 

"Allora attento;  guarda questo lume,
lo spengo con un soffio e tu vedrai
un puledro che beve in riva al fiume."

 

Mia madre mi cullò ed io volai
con Pegaso attaccato alle sue piume.
La gioia d'un sogno non si scorda mai|!

 

(1) Infatti avevo un cavallo a dondolo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento