username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Andrea Castellini

in archivio dal 13 lug 2011

31 dicembre 1972, Forlì - Italia

segni particolari:
Creativo applicato alla musica ed alla scrittura. Per quanto riguarda la musica...

mi descrivo così:
Creativo applicato alla musica ed alla scrittura...niente deve essere banale.

31 agosto 2011 alle ore 20:32

Delirio Anarchico

Il racconto

A cerchiata, appartenenza dentro il mondo.
Carbonari che non tollerano l' ordine.
L' ordine è un sottoprodotto del caos,
chi ama l' ordine ama solo una parte del tutto.
Disprezzare il caos è come amare la moglie
e disprezzare la suocera che l' ha generata.
Meglio non insistere su questo punto, capisco...
L' ordine è un brutto vizio, ci si rimane dentro
da bambini " imparati " da genitori che davvero
vogliono che i figli seguano le rotaie del mondo.
Poi da grandi, quei ferrovieri cresciuti, non
possono deragliare, troppe persone vanno
nella identica direzione.
Giustificare l' ordine ha pro e contro, la sicurezza
è un falso pro in quanto sta dentro il caos,
la libertà è spesso pericolosamente contro per lo
stesso motivo, ovvio.
Il caos viene considerato come una bestia
selvatica, da domare, e l' ordine si sforza pur
di contenerla, spendendo immense energie.
Si limita la bestia negli spostamenti, la si relega
ad una stalla galera per la notte.
I muri contengono la ribellione di chi la pensa
diversamente e l' alba torna in favore all' ordine.
L' ordine governa meglio nella luce.
Il caos governa e basta, luce o buio.
Governare il bestiame mi sembrava una pratica
utile e dignitosa quando ero bambino.
Da piccolo infatti ti fanno credere di appartenere
al mondo, al suo futuro ed al proprio futuro, ma
nessuno ti spiega che sei nato bestia, ci devi
arrivare da solo ricordando quando da piccolo
giocavi a travestirti da cow boy, o da poliziotto,
nelle feste scolastiche di carnevale.
L' ordine poi cresce in base al caos " percepito " ;
come l' umidità accresce il senso di soffocamento
così fanno i media con la sicurezza " percepita ".
L' ordine forse, a breve, sarà democratico
in base all' economia, in breve il voto politico
utilizzerà la democraticissima
equazione dei mille euro.
Ogni mille guadagnati un voto, ai disoccupati un bel
bonus di un voto l' anno senza avere percepito nulla.
Sulla falsa riga di questa regola si deciderà il numero
dei mariti o mogli coniugabili legalmente ed il vaticano
perdonerà il suicidio oltre il milione di euro dichiarato
sempre che l' otto per mille vada nella direzione
suggerita dalla pubblicità pagata dall' otto per mille.
Gli ufo potranno visitarci solo se stamperanno moneta
e compreranno il debito mondiale ed a dio sarà
concesso di farsi le canne solo se risolverà
i grandi problemi del mondo, nascita, vita
e soprattutto morte; gli uomini la trovano inconcepibile
come le donne di fronte ad un aborto spontaneo.
Se da bambini vi siete emozionati in uno zoo vedendo
per la prima volta tanti animali diversi, è prima per merito
del caos e poi per causa dell' ordine inflitto agli ingabbiati.
Se ora pensate che le differenze non debbano essere
governate per spettacolo, non portate allo zoo i vostri
figli, si emozioneranno piano piano girando il mondo,
per tutta la vitAAA.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento