username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Andrea Castellini

in archivio dal 13 lug 2011

31 dicembre 1972, Forlì - Italia

segni particolari:
Creativo applicato alla musica ed alla scrittura. Per quanto riguarda la musica...

mi descrivo così:
Creativo applicato alla musica ed alla scrittura...niente deve essere banale.

15 luglio 2011 alle ore 19:18

Delirio ieri oggi e domani

Intro: Questa volta toglierei curiosità al lettore.

Il racconto

Scappare sarà una soluzione definitiva questa volta, vieni con me, proprio ora sta facendo luce sul nostro mondo.
Non ci crederai ma là ci sono solo bambini, e noi non insegneremo ma ascolteremo loro, i mari laggiù, sono una fonte di vita perché, se non altro, nessuno ci ha pianto sopra e l' acqua si può bere.
I fiumi in cui gettarsi per lavare il sudore ed il tempo sprecati; e poi tanti alberi silenziosi sui quali i bambini si arrampicano come fossero dei buoni padri con cui giocare.
Sulle spiagge le conchiglie cullano i più piccoli.
Se vieni con me ti stupirai  che la parola amore non esista in quanto non ce n'è alcun bisogno; ogni stella è grande come il sole ed ogni bimbo ne ha una.
Vedrai milioni di soli ardenti durante il giorno, ma al momento opportuno tutte queste infuocate meraviglie diventeranno puntini.
La luce avrà rispetto del sonno di queste splendide creature...un po' come qui in una notte d' estate stellata...Ricordi cosa successe quella notte di venti anni fa?
Troveremo la serenità che, per quel che meritiamo non ci dovrebbe appartenere.
Troveremo un bimbo con il suo albero ed il suo sole, ed anche la sua conchiglia, ed ancora i grilli nella notte che fan da ninna nanna.
Proprio a quel bimbo che da giovani non abbiamo voluto.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento