username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Andrea Castellini

in archivio dal 13 lug 2011

31 dicembre 1972, Forlì - Italia

segni particolari:
Creativo applicato alla musica ed alla scrittura. Per quanto riguarda la musica...

mi descrivo così:
Creativo applicato alla musica ed alla scrittura...niente deve essere banale.

17 luglio 2011 alle ore 19:10

Delirio triciclico

Intro: Una presa in giro al modello svizzero dedicata ad Albert Hoffman

Il racconto

Juan Dovado è uno stitico farmacologo svizzero con l' hobby delle medicine;
nel senso che colleziona farmaci scaduti.
Gli amici intimi lo chiamano Blister.
Si è specializzato nel campo degli ansiolitici, proprio dietro casa sua;
settore ospiti tranquilli.
Ha sintetizzato il primo " collassativo ", una purga che stende chi la prende.
E' il padre teorico della guerra al " bugiardino ", detto anche foglietto illustrativo
che non riporta quasi mai illustrazioni.
Brevemente, secondo Dovado, gli effetti collaterali dei farmaci son dovuti
alla consapevolezza dell' assuntore; risultato... non è vero che i farmaci
facciano male ma è vero che i foglietti illustrativi ci provino.
E' nell' ultima fase di sperimentazione in doppio cieco e sta iniettando
cianuro di potassio contro acido acetilsalicilico.
Stando alle previsioni dovrebbero morire tutti in entrambi i gruppi di pazienti
che han letto le avvertenze.
Nel gruppo all' oscuro di tutto dovrebbero morire solo i pazienti trattati con
cianuro e nel gruppo trattato con acido acetilsalicilico solo gli allergici.
Juan Dovado è stato il capo squadra del pool di farmacologi che ha brevettato
gli antidepressivi triciclici per bambini triciclici;  il farmaco lavora su 3 livelli.
Il bambino si sveglia, poi si riaddormenta...sogna di avere un triciclo.
Il dottor Dovado è stato anche eletto Mr. Simpatia al simposio simpatomimetico
mentre i colleghi ridevano e si scambiavano gli acidi ( " Questo ce l' ho già,
dammi quello che mi manca! " ); ad ognuno il proprio hobby.
Quelli di Juan erano due, il già citato hobby per i farmaci d' epoca e quello
di andare a donne, dìafane, nere, mulatte, orientali, grasse, normopeso,
anoressiche, calve, pensionate...adora l' universo femminile.
Ma esce sempre con una per volta e se gliela danno la prende, altrimenti
se la prende...nel senso che si arrabbia; non ne ha mai violentata nessuno;
Lo dice sempre...
Le abitudini di Juan son le stesse che hanno gli svizzeri con le abitudini di Juan.
Lavorare, bere, lavare la macchina sotto il diluvio, fare sesso sui cavalcavia
 momentaneamente interdetti al traffico, sintetizzare potenti enteogeni,
colpevolizzare le donne dei propri insuccessi, mangiare Emmenthal riempito
 di ottimo cioccolato, votare quasi sempre no ai referendum sulle nuove
richieste di cittadinanza, donare sperma alle lesbiche o infertili con
 basso reddito, non guardare l' orologio in quanto è affidabile...
Juan Dovado ha due figli normobelli, Mahn Dovado; un bambino riflessivo
e sulla via della depressione maggiore e Stan Dovado; un bambino difficile,
si fa dei viaggi immaginando suo padre che combatte Yattaman; catapultati
in un paradiso naturale occupato da funghi parlanti con micosi alle lamelle.
La cosa preoccupante è che si fa sempre lo stesso viaggio.
La cosa preoccupante è che si fa sempre presto a parlare male dei viaggi
degli altri.
Va bè, questo era mio...

P.S. I malati trattati con cianuro di potassio erano inconsapevoli malati terminali
utilizzati per la ricerca con il consenso dei familiari che hanno ricevuto
un compenso ed evitato inutili sofferenze al loro spacciato congiunto...
Tutti i familiari hanno ringraziato il farmacologo svizzero
e lui è riuscito anche a portarsi a letto alcune parenti dei pazienti spirati;
dopo mesi e mesi di lutto però...
Juan Dovado ha una coscienza.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento