username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Aurelio Zucchi

in archivio dal 08 gen 2019

07 febbraio 1951, Reggio Calabria - Italia

segni particolari:
Amo definirmi uno "scrivente".
Priorità assoluta è il mare, poi viene tutto il resto.

27 settembre alle ore 12:43

Sognai le stelle

Quante orme!
 
Poi, m’inginocchiai
sull’ultimo centimetro d’asciutto
per catturare la curva dell’onda.
 
Quanti sogni!
 
Invece, scarabocchiai
il primo tratto di futuro
immaginando l’uomo che non ero.
 
Quanta vita!
 
Così, m’addormentai
al suono falso di sirena stramba
per scopiazzare Ulisse ed altri eroi.
 
Quanta gloria!
 
In verità, sognai le stelle,
le stesse sopra la mia testa,
e contemplai la notte danzatrice.
 
Quanti passi!
 
Ballava sulla pista dei miei anni,
apriva i suoi chiarori allo scirocco
ma non a me che li aspettavo.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
*
Aurelio Zucchi – 2002
Tratta da “Appena finirà di piovere” (Global Press Italia 06/2010)
Poesia pubblicata sul mensile di cultura IL SAGGIO (01/2008)
Poesia pubblicata nell’Antologia “Alberoandronico” I Ed.
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento