Alexandre Dumas (Padre)
  • Villers Cotterets, Aisne (Francia), 24/07/1802
  • Puysse, Dieppe (Francia), 05/12/1870

Biografia

Uno scrittore con scarsa istruzione, ma con una gran passione per la lettura. Ah, se tutti gli scrittori fossero prima buoni lettori!

Segni particolari

Ho seguito Garibaldi nella spedizione dei Mille.

Scritti da Alexandre Dumas (Padre)

9 su 9

Il matrimonio è una catena così pesante che a portarla bisogna essere almeno in tre.

Negli affari non ci sono amici, soltanto soci.

Dieci contro uno!... Dieci villani contro un gentiluomo fanno cinque di troppo!

Chi legge la storia, se non gli storici quando correggono le loro bozze?

Si può resistere ad un'invasione da parte di un esercito ma non ad un'idea il cui momento è giunto.

Si, si, la terra, il cielo, gli astri, l'infinito! Ci si sente schiacciare. Ma c'è un infinito ancora più stupefacente: quello della stupidità umana.

C'è una donna in ogni caso; appena mi portano un rapporto, io dico: "Cherchez la femme."

Dio, nella sua previdenza, non ha dato la barba alle donne perché esse non sarebbero state capaci di tacere mentre venivano rasate.