Antonio Amurri
  • Ancona, 28/06/1925
  • Roma, 18/12/1992

Biografia

Sono stato uno scrittore, paroliere e umorista.

Segni particolari

Sono stato il parolieri di alcune canzoni di Mina, tra cui "Sono come tu mi vuoi" e "Conversazione".

Scritti da Antonio Amurri

10 su 20

Quando qualcuno mette troppo entusiasmo nel suo lavoro, ho sempre l'impressione che sprechi più tempo ad entusiasmarsi che a lavorare.

La lotta alla criminalità organizzata è molto difficile, perché la criminalità è organizzata, ma noi no.

La giovinezza è un'orribile età che apprezziamo soltanto nel momento in cui la rimpiangiamo.

La morte è il momento più importante della vita: godiamocelo. Bisogna che mi concentri. Non voglio perderne neanche un attimo: si muore una volta sola.

La bigamia è avere una moglie di troppo e la monogamia anche.

Chi dice che non vuole parlare male degli altri lo sta per fare.

Qui da noi, ormai, l'opinione pubblica è sempre più opinione di pochi.

Molti passano metà del loro tempo a desiderare le cose che potrebbero avere se non passassero metà del loro tempo a desiderarle.

Un comitato è un gruppo di incapaci nominati da persone che non hanno voglia di fare cose non necessarie.

Il guaio nell'arrivare puntuali agli appuntamenti è che non c'è mai lì nessuno ad apprezzarlo.