Carlos Ruiz Zafon
  • Barcellona (Spagna), 25/09/1964
  • Los Angeles (Stati Uniti), 19/06/2020

Biografia

Sono uno sceneggiatore e scrittore. Il mio romanzo L'ombra del vento ha venduto un milione e mezzo di copie solo in Italia, diventando subito un caso editoriale internazionale.

Segni particolari

Le mie opere sono tradotte in più di quaranta lingue e hanno conquistato numerosi premi e milioni di lettori nei cinque continenti.

Aforismi di Carlos Ruiz Zafon

10 su 24

La vita è come la tua prima partita di scacchi. Quando inizi a capire come funziona hai già perso.

Maturare non è altro che il processo attraverso il quale si scopre che tutto ciò in cui credevi da giovane è falso mentre tutto quello a cui ti rifiutavi di credere in gioventù risulta vero.

Sai qual è il bello dei cuori infranti? Che possono rompersi davvero soltanto una volta. Il resto sono graffi.

Si finisce per diventare ciò che si vede negli occhi di quelli che si desiderano.

Schiavo dell'eterna stupidaggine di stare dietro a chi ci fa del male.

In genere il destino si apposta dietro l'angolo, come un borsaiolo, una prostituta o un venditore di biglietti della lotteria, le sue incarnazioni più frequenti. Ma non fa mai visite a domicilio. Bisogna andare a cercarlo.

Parlare è da stupidi, tacere è da codardi, ascoltare è da saggi.

A volte è più facile confidarsi con un estraneo. Chissà perché. Forse perché un estraneo ci vede come siamo realmente, e non come vogliamo far credere di essere.

Nel momento in cui ti soffermi a pensare se ami o no una persona, hai già la risposta.

Davanti a un feretro ci ricordiamo solo le cose buone e vediamo solo ciò che ci garba.