Edmondo De Amicis
  • Oneglia, Imperia, 21/10/1846
  • Bordighera, Imperia, 11/03/1908

Biografia

Sono stato uno scrittore italiano. Conosciuto per essere l'autore del romanzo "Cuore", uno dei testi più popolari della letteratura italiana per ragazzi, assieme a "Pinocchio" di Carlo Collodi.

Segni particolari

Fu il 17 ottobre 1886, primo giorno di scuola, che l'editore Treves fece uscire nelle librerie "Cuore", che da subito ebbe grande successo, tanto che in pochi mesi si superarono le quaranta edizioni e ci furono traduzioni in decine di lingue.

Scritti da Edmondo De Amicis

9 su 9

Se di tutti gli affetti gentili e di tutte le azioni oneste e generose di cui andiamo superbi si potesse scoprire il primo e vero germe, noi lo scopriremmo quasi sempre nel cuore di nostra madre.

Una casa senza libreria è una casa senza dignità, — ha qualcosa della locanda, — è come una città senza librai, — un villaggio senza scuole, — una lettera senza ortografia.

Non sempre il tempo la beltà cancella, o la sfioran le lagrime e gli affanni; mia madre ha sessant'anni e più la guardo e più mi sembra bella.

Il destino di molti uomini dipese dall'esserci o non esserci stata una biblioteca nella loro casa paterna.

Una ragazza è sempre un mistero: non c'è che affidarsi al suo viso e all'ispirazione del proprio cuore.

Nel cuore delle donne non ci vede chiaro che l'esaminatore disinteressato.

L'uomo che pratica una sola classe sociale, è come uno studioso che non legge altro che un libro.

L'educazione d'un popolo si giudica dal contegno ch'egli tien per la strada.

Dare la vita per il proprio paese... è una grande virtù; ma tu non trascurare le virtù piccole, figliuolo.