Fausto Bertinotti
  • Milano , 22/03/1940

Biografia

Sono un uomo politico italiano, già sindacalista di sinistra, segretario del Partito di Rifondazione Comunista dal 1994 al 2006 e presidente della Camera dei Deputati dal 2006 al 2008.

Segni particolari

Dal 1975 al 1985 sono stato segretario regionale della CGIL piemontese (mi ero infatti trasferito a Torino) .

Scritti da Fausto Bertinotti

8 su 8

Per come è fatto il capitalismo, un comunista nasce sempre.

Il comunismo ha fallito? E noi ci riproviamo.

Il mio western preferito rimane "Ombre Rosse". Ma è un apprezzamento che esula dalle scelte di campo.

Carlo Marx, se lo ricorda? Bene, lui ci aveva preso, aveva capito e indovinato tutto.

Una vecchia battuta diceva che in Italia tra riformisti e rivoluzionari non c'è gran differenza: i primi non fanno le riforme, i secondi non fanno le rivoluzioni.

In un Paese in cui la cifra dominante è il trasformismo io ho un largo tasso di simpatia ma purtroppo prendo pochi voti.

Io di scioperi ne ho visti tantissimi, anche di problematici e difficili. L'aria che si respira è sempre di liberazione, di gioia per avere conquistato uno spazio di libertà.

Uno che legge Marx diventa liberale solo se è ricco.