Francesco Guccini
  • Modena, 1940

Biografia

Sono uno dei maggiori cantautori italiani. Anche uno scrittore e i testi delle mie canzoni sono da molti considerati delle vere e proprie composizioni poetiche.

Segni particolari

Durante il primo scrutinio per l'elezione del Presidente della Repubblica Italiana, svoltosi l'8 maggio 2006, ho ricevuto un voto.

Mi trovi anche su

Scritti da Francesco Guccini

10 su 16

È meglio un giorno solo da ricordare, che ricadere in una nuova realtà sempre identica.

Risorgerà un mondo nuovo, ma noi non ci saremo.

Ogni cosa alla lunga mi molesta e cerco un'altra festa, e poi le feste in fondo mi han stancato...

Ci chiamano spesso poeti noi cantautori, facendo probabilmente torto tanto ai poeti quanto ai cantautori.

Ma se io avessi previsto tutto questo, dati causa e pretesto, forse, farei lo stesso...

Però non ho mai detto che a canzoni si fan rivoluzioni, si possa far poesia...

D' altra parte, lo vedi, scrivo ancora canzoni e pago la mia casa, pago le mie illusioni, fingo d' aver capito che vivere è incontrarsi, aver sonno, appetito, far dei figli, mangiare, bere, leggere, amare... grattarsi!

Io chiedo quando sarà che l'uomo potrà imparare a vivere senza ammazzare? E il vento si poserà.

Io chiedo come può l'uomo uccidere un suo fratello? Eppure siamo a milioni, in polvere, quì nel vento.

Ognuno vive dentro ai suoi egoismi vestiti di sofismi ognuno costruisce il suo sistema di piccoli rancori irrazionali, di cosmi personali scordando che poi infine tutti avremo due metri di terreno...