Gunter Grass
  • Danzica (Polonia), 16 ottobre 1927
  • Berlino (Germania), 13 aprile 2015

Biografia

Densa di contenuto e espressa in un linguaggio immaginoso e violento, spesso barocco, la mia opera è percorsa da una feroce polemica contro gli atteggiamenti piccolo-borghesi. I toni sono spesso grotteschi, ma sempre di lucido realismo.

Segni particolari

Durante la II guerra mondiale pilotavo gli aerei della Luftwaffe. Sono stato premiato con il Nobel nel 1999.

Scritti da Gunter Grass

7 su 7

Mai dormire in tre in un letto, o ci si sveglierà in tre in un letto.

L'arte è intransigente e la vita è piena di compromessi.

Lo scrittore è un uomo la cui intelligenza non basta per smettere di scrivere.

Vidi la luce di questo mondo sotto forma di due lampadine da sessanta watt. Perciò ancor oggi le parole della Bibbia "Sia fatta luce e luce fu" mi sembrano il miglior slogan della ditta Osram.

Il dovere di un cittadino è di tenere la bocca aperta.

Credere: significa credere alle nostre stesse bugie. Ed io posso dire di essere grato di aver avuto questa lezione molto presto.

Uno degli errori che commisero i tedeschi, in questo secolo e anche nei tempi precedenti, è che non erano audaci a sufficienza per essere dispiaciuti.