Salvatore Niffoi
  • Orani (NU), 1950

Biografia

Amo il melange tra italiano e sardo, sia dal punto di vista lessicale che sintattico. L'uso del sardo, non vuole tenere lontani i lettori che non loconoscono, bensì vuole dare alle cose il nome che hanno: esprimo tutto ilsenso della narrazione senza incorrere nel tradimento della traduzione.

Segni particolari

Grazie a La vedova scalza, nel 2006, ho vinto il Premio Campiello.

Scritti da Salvatore Niffoi

1 su 1