Stanley Kubrick
  • Manhattan, New York, 1928
  • Harpenden, Gran Bretagna , 1999

Biografia

Sono stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense, naturalizzato britannico.

Segni particolari

Nel 1963 giro "Il dottor Stranamore, ovvero: come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba", una commedia satirica e allucinante allo stesso tempo. La pellicola provoca grande attenzione ed ammirazione da parte dei critici di tutto il mondo e mi vale tre nomination all'Oscar (miglior regia, miglior produttore e co-autore). Il film è notevole soprattutto da un punto di vista storico e riesce mirabilmente a dare forma al terrore dell'atomica all'epoca della guerra fredda, soprattutto in considerazione del fatto che gli ambienti sono ricostruiti con la massima verosimiglianza.

Scritti da Stanley Kubrick

8 su 8

Se riuscite a parlare in modo brillante di un problema, si può creare la consolante conclusione di averlo sotto controllo.

Un sogno, non è mai soltanto un sogno.

Il miglior modo per imparare a fare un film è farne uno.

Ognuno è libero di speculare a suo gusto sul significato filosofico del film, io ho tentato di rappresentare un'esperienza visiva, che aggiri la comprensione per penetrare con il suo contenuto emotivo direttamente nell'inconscio.

Talvolta la verità di una cosa non sta tanto nel pensiero di essa quanto nel modo di sentirla.

Le superpotenze si comportano da gangster, ed i paesi piccoli da prostitute.

Rimango sempre sorpreso dalle reazioni suscitate dai miei film. Essi contengono, in generale, una quantità sufficiente di verità che di certo turberà qualcuno.

Per un osservatore sito nella nebulosa di Andromeda, il segno della nostra estinzione non sarebbe più appariscente di un fiammifero che si accende per un secondo nel cielo.