Sylvia Plath
  • Boston (Stati Uniti), 27/10/1932
  • Londra (Inghilterra), 11/11/1963

Biografia

Sono diventata famosa per le mie poesie, anche se uno dei miei libri più famosi è il romanzo semi-autobiografico "La campana di vetro" scritto sotto lo pseudonimo di Victoria Lucas.

Segni particolari

Sono stata una poetessa e scrittrice statunitense, ho vissuto la vita sempre intensamente sino ad ammalarmi per amore cadendo nella depressione, per poi suicidarmi. La Rai nel 1980 ha prodotto un film per la tv sulla mia vita, mentre nel 2003 è uscito il film Sylvia che racconta la mia storia d’amore con il poeta inglese Ted Hughes.

Scritti da Sylvia Plath

6 su 6

Gli avevo detto che credevo nell'inferno, e che certe persone, io per esempio, erano condannate a vivere all'inferno durante la vita, per compensare il fatto di non andarci dopo morte, visto che non credevano nell'aldilà, e che dopo la morte a(…)

Se nevrotico vuol dire desiderare contemporaneamente due cose che si escludono a vicenda, allora io sono nevrotica all'ennesima potenza. 

Ogni donna ama un fascista.