username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

20 gennaio 2017 alle ore 20:45

A volte Ti vedo...altre...no

Padrone della mia solitudine
dimensione naturale del mio vivere

accetto la convivenza con me stesso

nell'immensità degli abissi delle malinconie
e nel bisogno intimo d'ispirazioni creative

E mi rinchiudo nelle stanze dei miei voleri

a esercitare il mio diritto alla vita

a spogliare l'anima d'ogni verità nascosta

a scippare a quel silenzio nuove comprensioni

e dissetarmi col sangue che sgorga
nella penetrazione di quei bui momenti

ferite aperte a incoronare
il Tuo mistero...mio Dio
.
Cesare Moceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento