username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

10 gennaio alle ore 11:41

Cordialità sfiorate

Espressioni torve in visi tirati, vuole il Mondo a disegnarli nei gesti e nelle parole e gustarne ingordo ogni rubato momento. C'erano un tempo tanti fiori bellissimi, al germogliar dei quali ne esitavo il raccolto nella paura di sciuparli; e nonostante siano stati usati e abusati di bellezza e sfrontatamente odoranti dei profumi del passato, donano ancora petali vellutati caldi del calore dell'amore in ogni istante concesso. In loro io vedo adesso soltanto un mosaico d'incastri, frustrante e romantico, a ricordarmi il mio presente e le sue mancanze, e una vita che fu, è e sarà prescritta schernita smarrita. . Cesare Moceo destrierodoc @ Tutti I diritti riservati Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento