username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

21 novembre 2019 alle ore 12:23

E meno male che c'era quello

Piaceri d'infanzia avvolgono la mente a rinfrancare il cuore al di là del tempo correndo attorno ai ricordi della fanciullezza quando felici s'aspettava il Natale E già si pensava ai regali... ma restavamo solo ai pensieri... e al pacco che il calzaturificio di Varese donava ai propri dipendenti... e meno male che c'era quello... Ed ora eccomi qua a ripensarmi con occhi critici a confessare orgoglioso ancora ciò che mi passa per la mente ad arrossire nell'intimità di questa mia audacia e dichiarare le goffe mie capacità d'esprimere idee forse sbagliate in momenti forse altrettanto sbagliati senza rendermi conto delle inappropriate conseguenze di questo mio essere Sono qua dicevo anche a dimostrare il mio vigore fondato sui fatti e a vivere il mio futuro costruito sugli esiti delle mie introspezioni Ed ora come dico sempre io ...a Voi dite e fate di me ciò che volete . Cesare Moceo poeta di Cefalù Destrierodoc @ tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento