username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

23 febbraio 2016 alle ore 21:46

E mi chiedo ancora cosa sono diventato

Anni vissuti in compagnia
di sofferenze e tribolazioni

mischiate a stati d'animo euforici

nell'esercitare l'arte
di una lingua scintillante

e periodi di energia creativa

nella chiarezza di pensiero
a sondare gli abissi dell'anima

Lunghi e pesanti fardelli da sopportare 
nel tumulto di quelle tempeste

diventate gemme preziose
a ornare la forza necessaria

a sostenere senza timori reverenziali
nei confronti del mondo

i combattimenti interiori

E continuo a conquistare medaglie diverse

di quelle che non si mettono al collo

ma altrettanto importanti
nella volontà di sfuggire l'anima agli applausi

restando lontano dal mangiare
i frutti malati che la vita mi offre
.
cesaremoceo
proprietà intellettuale riservata
Copyright
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento