username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

27 dicembre 2018 alle ore 13:15

E rido di noi

Rabbrividisco al pensare ció che diventeró quando il morso gelido della nuda terra addenterá il mio corpo Mi consolo sognando il filo da torcere che daró al "qualunquismo della normalitá" quando esso incosciente s'avventerá sulla mia anima come fosse un'onda improvvisa che s'abbatte famelica sulla spiaggia a sommergere le orme dei gabbiani anch'essi in cerca di cibo nel piacere allegro e triste della sua naturale volontá di cancellarne il passaggio E rido giá d'adesso all'eterna illusione d'ogni destino . Cesare Moceo poeta di Cefalù Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento