username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

23 settembre alle ore 12:56

Il disperante rumore del silenzio

Infanzia per strada adolescenza tra un bicchiere e un boccale giovinezza in camice bianco maturità a servir pietanze anzianità col bisturi sul corpo Eppure non ho mai vissuto un'epoca dove mi son sentito normale sempre con una vocina che mi è corsa appresso e che ha blaterato fin'oggi sommessamente <> E ancor non m'abbandona questa mia "diversità" nella felicità di "sentire" l'emozione nell'ordine dei pensieri disegnati come petali in fiore turbato dall'anima a voler essere più "anima" di altre del mio pensar che non potrà mai esser un intervento di mastectomia a compromettere il mio essere mezzo uomo e mezzo leone oppure a consegnarmi tra certe gelide braccia È rabbrividisco fino a farmi violenza nella mia reputazione favorevole al buonsenso della logica quando la paura di non farcela mi devasta la mente nel disperante rumore del mio silenzio . Cesare Moceo poeta di Cefalù Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento