username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

25 ottobre 2019 alle ore 12:32

Il mio umano incanto

Nel desiderio della passione alzo gli occhi al mio cielo di nuvole distese con i loro lineamenti delicati d'un'espressione tenue quasi di sofferenza a formare ombre morbide e coatte che si accumulano e s'attorcigliano nella loro densità travagliata dalla divina volontà E in questa schiavitù dell'anima rimango attaccato alla mia pioggia e a quella malinconia mista a tristezza e bontà che il suo scroscio infonde E sogni poetici quasi mistici immolano ogni desiderio in ombre fredde e mute scuotendo suoni oscuri e vibranti a incrinare il silenzio delle ore a soggiogare lo spirito e incenerire i sogni ispirati da fantasmi e apparenze nell'insorgere acre di curiosità a mordere le bramosie del passato Allegri ricordi vissuti nel diletto e nel dispetto angosce a costringere le delusioni infliggere il castigo d'esasperare i desideri e portar via dall'anima i profumi che emanano i pensieri e anche il mio poetare . Cesare Moceo poeta di Cefalù Destrierodoc @ tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento