username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

22 settembre alle ore 8:18

Il Paradiso bisogna meritarselo

Non credo proprio che la mia condanna alla vita sia una "punizione divina" solo perché dentro l'anima i ringraziamenti sono silenti e invisibili E mi sento felice in pace come quando avvolto nei miei pensieri sogno versi di poeti e favole d'amore a sprigionarmi dentro un misto d'innocenza che mi lascia immobile a osservarmi nel mio angolo relegato solitario dentro gli alveari dei ricordi resi invisibili alla mente da paratie d'emozioni affollate di solitudine colmi d'odori d'umanità E intanto calano le ombre del tramonto con le ansie e le speranze a contendersele e far sentire agli anni il peso della vita di quel tempo che fu tra pochi vizi e forse non spetta a me dirlo qualche virtù . Cesare Moceo poeta di Cefalù Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento