username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

14 dicembre 2016 alle ore 21:11

Il profumo della dignità perduta

E vado ogni mattina con lo sguardo

a spasso tra gli orticelli ...
delle altrui serenità

nell'immediatezza delle emozioni
che si stagliano alla mia vista

con le disgrazie dentro ogni miseria
pronte a riflettere in specchi perversi

demoni che s'ingegnano ogni giorno
nelle sembianze degli uomini

E ammiro prospettive di cuori
tappezzati da volontà mal rasate

i cui margini del poter fare
palesano rozzi tentativi di vita

nell'incapacità con la quale
ognuno di loro mostra

il suo voler desistere

dal disperato sforzo
di perpetuare la speranza
nei duri terreni del vivere

in mezzo a fiori di presunte libertà

E così là

si coltivano cavoli amari
e broccoli d'anime senza valore
© ®
Cesare Moceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento