username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

23 settembre alle ore 12:48

Il trionfo delle allegorie

Aristocratico mancato conservo stile e portamenti d'umiltá nei dialoghi sinceramente acuti che l'anima intrattiene con se stessa Stazioni di sosta di promesse d'avvenire dei pensieri nei viaggi della mente che si restituisce a se stessa Rimpianti a esaltare l'ambiguità di quel pensare la cui potenzialità volitiva nei suoi viaggi è molto vicina al nulla Frontiere ferme a tracciare confini di fedeltà nella periferia del dire e del fare sui cui piantare bandiere di dignità E aliti di venti silenti trasportano riflessioni morali che esaltano il richiamo di certe tendenze intellettuali a rasentar la paranoia Ed e' come se il mondo fosse sempre alla ricerca di capri espiatori per sopravvivere a se stesso e alla sua fragilita' creata dai suoi fragili pensieri Sciacallaggi della mente che sono la sintesi delle Veritá e cercano il loro riscatto contro i dubbi che liberano i bisogni dell'anima dalla collusione che confonde dubbio e veritá Cenacoli di riflessioni a toccare i fulcri della libertá e far sudare sangue dal cervello . Cesare Moceo poeta di Cefalù destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento