username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

20 novembre 2019 alle ore 9:45

Il vento insalubre

"...e spero sempre che il mio dire vada oltre le parole scritte..." Nell'afflitto scompiglio delle emozioni soppresse m'assale come una tristezza da crepuscolo pregna di tormento e dolore accompagnata da freddi singhiozzi soffocanti Discende dalla mente al cuore all'anima apatica un non so che di pensieri abbandonati a se stessi abdicazioni incoerenze disperse tra le aiuole dei desideri alte come fossero muri che nascondono il vuoto andare dell'uomo vecchia fontana ormai asciutta senza più alcuno zampillo di vivacità E tu giovinezza fiore che ancora profumi nel giardino dei sogni arricchiti dai ricordi tra le sfumature dei silenzi vivi la speranza consacrata alla vita e fa che il tuo sole non conosca mai il suo tramonto mentre io mi sento ancor più sospinto dal vento insalubre delle parole amare . Cesare Moceo poeta di Cefalù Destrierodoc @ tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento