username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

24 ottobre alle ore 13:54

Lassù qualcuno mi ama (è colpa mia ?)

"Se qualcuno cercasse di capire il tuo sguardo, Poeta difenditi con ferocia. Il tuo sguardo son cento sguardi che ahimè ti hanno guardato tremando." (A. Merini) Ancor più oggi sto a credere alla bellezza di questo Creato a premiare la mia libertà e dove purtroppo per loro uomini senza cuore piangono asciutte lacrime d'incoscienza nella coscienza dei quotidiani oblii che impongono al vivere Menti stanche d'incubi ognuna impegnata a ripulirsi d'immondi pensieri come piccioni stanchi dopo lunghi viaggi a beccarsi e perdere piume e patire d'invidia per chi impavido d'amore nella bontà del suo aver dato riceve misericordie divine. E guardatevi dentro Vi dico io e se non vedete di buon occhio il vostro vivere e il vostro Dio inforcate le lenti dell'amore quando ancora udrete il pianto e le vostre doglie eterne Oltretutto "Lui" non fa pagare alcun pegno . Cesare Moceo poeta di Cefalù Destrierodoc @ tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento